Figli e scelta del nome: tendenze e consigli

Si sceglie spesso seguendo le ultime tendenze o traendo ispirazione dalle idee singolari di molte dive nostrane o internazionali. Parliamo dei nomi che i genitori scelgono per i loro figli e che sempre di più prendono le distanze dalla tradizione che lascia il posto all’originalità. La parola d’ordine è distinguersi dalla massa anche se spesso si rischia di optare per nomi dal sapore esotico e il cui significato, ha poco a che vedere con la nostra cultura e i nostri valori personali.

In principio furono Gwyneth Paltrow che ha chiamato la sua primogenita Apple che vuol dire mela a indirizzare tante sue ammiratrici verso la scelta insolita e fuori dal comune e poi ci pensò l’ex coppia d’oro di Hollywood composta da Tom Cruise e da Kate Holmes a suggerire indirettamente ai loro ammiratori il nome Suri, che vuol dire principessa, lo stesso con cui chiamano la loro piccola che oggi ha 7 anni ed è diventata già un’icona di stile in tutto il mondo.

Restando in tema di fashion stars non si possono ignorare i coniugi Beckham che hanno chiamato Harper Seven, che letteralmente vuol dire “arpista sette” la loroquartogenita. Un nome simbolico e speciale che mette insieme Harper, vecchio nome tipico del Regno Unito e Seven, numero importante per chi come la coppia più glamour d’Inghilterra crede alla cabala.

Restando a casa nostra, parliamo invece di Nathan Falco primogenito di Flavio Briatore e di Elisabetta Gregoraci. Fino all’ultimo momento i genitori erano in disaccordo sulla scelta del nome perchè la bella showgirl non ne voleva proprio sapere di utilizzare il nome di un uccello rapace per chiamare suo figlio. Da qui si è giunti poi a un compromesso: Falco avrebbe seguito Nathan che ha origini ebraiche e vuol dire “regalo”.

Ha stupito molto anche la scelta insolita dell’attrice Romina Mondello che ha chiamato suo figlio Lupo o quella dell’erede della famiglia Elkann che si chiama Oceano. Insomma ce n’è davvero per tutti i gusti! Secondo i dati relativi al 2010, tra i nomi più gettonati che gli italiani hanno scelto per i figli maschi ci sono Alessandro e Andrea che restano in pianta stabile rispettivamente al primo e al secondo posto, seguiti da Lorenzo, Matteo e Francesco che è in ascesa, soprattutto grazie all’influenza positiva che sta avendo Papa Bergoglio. New entry è Gabriel che ha soppiantato David.

Tra i nomi femminili abbiamo invece, Sofia, Giulia che restano ai primi posti seguiti da Giorgia, Martina e Gaia che però sta perdendo consensi. Il suggerimento degli psicologi resta sempre lo stesso: un nome è per sempre. Ciò vuol dire che segnerà, fin dall’inizio la vita di chi lo porta ed è per questo che quando si sceglie non bisogna farsi influenzare dalle cronache rosa, come quando negli anni Ottanta e Novanta si ci lasciava condizionare dalle soap opera e dalle telenovelas sudamericane.

Bisogna inoltre considerare che con l’aumento degli immigrati e delle coppie miste, ad oggi si calcola che sono circa 12mila i figli di stranieri presenti in Italia. Di questi alcune nazionalità, restano ancorate alle loro tradizioni come i cinesi, i filippini o i marocchini che continuano a chimare i loro figli con nomi che rimandano alla loro terra e alle loro origini. Il nome resta un’incognità per tutti i bambini ma anche una responsabilità spesso sottovalutata dai genitori; essi dovrebbero sceglierli dando loro un senso carico di significati antichi e densi di valori, evitando di farsi trascinare dalla moda del momento.

Potresti leggere anche :

    Genitori e Figli: quale modello educativo? Genitori e Figli: quale modello educativo?
    Quante volte capita che un padre o una madre si colpevolizzano e non riescono a comprendere perchè il figlio prediletto, non segue i suoi consigli incanalandosi in una direzione che non lo... 
    Educare i figli all’amore: è possibile? Educare i figli all’amore: è possibile?
    Le emozioni e il fatto di viverle a pieno sono una scoperta recente. In precedenza infatti non si era pienamente liberi di manifestarle ma si tendeva spesso a reprimerle per rispettare le convenzioni... 
    Genitori che si separano: i figli al 1° posto Genitori che si separano: i figli al 1° posto
    Quando una coppia sceglie di separarsi il primo pensiero deve essere rivolto ai figli che osservano e valutano con una perspicacia e un’attenzione che spesso sottovalutiamo. I figli a... 
    L’ affidamento condiviso dei figli nella separazione L’ affidamento condiviso dei figli nella separazione
    Quando i coniugi giungono alla conclusione che sia meglio separarsi , la parte forse più dolorosa è quella dell’affidamento dei figli e delle norme che regoleranno il loro rapporto su... 
    Affidamento dei figli : si discute la legge che lo cambia Affidamento dei figli : si discute la legge che lo cambia
    La legge 54 del 2006 ha già introdotto una normativa per l’affidamento dei figli nelle separazioni e divorzi tra coniugi. La legge , che dispone l’affidamento condiviso nella maggioranza... 

Copyright © 2013 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica