Colesterolo Alto: cosa fare per curarlo

Il colesterolo alto resta uno dei nemici più agguerriti della nostra salute, da curare prima che provochi conseguenze nefaste. Molecola fondamentale che rientra nella costituzione delle membrane cellulari, il colesterolo svolge anche tante altre funzioni: ingloba le proteine trasportandole agli organi vitali, contribuisce alla produzione della bile ed è fondamentale per lo svoluppo dell’embrione. Insomma, senza colesterolo non ci sarebbe vita. Eppure livelli alti di questa molecola nel sangue, possono determinare danni alle arterie e al cuore. Basta un semplice prelievo per stabilire se abbiamo oltrepassato la soglia di rischio che secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità non deve superare i 200 mg/l, oppure no.

In realtà prima di intervenire, modificando in primis il proprio stile di vita, bisogna fare una distinzione tra colesterolo buono (HDL) e colesterolo cattivo(HDL). Il primo deve essere ben rappresentato poichè esercitando il ruolo dello “spazzino” ed evitando che l’HDL si depositi nei vasi sanguigni ostruendoli, è fondamentale per la salute della circolazione sanguigna.

Le cose cambiano quando parliamo invece di colesterolo cattivo che nella donna deve essere inferiore a 35 mg mentre nell’uomo non deve superare i 45 mg. Stando ad alcuni studi la colesterolemia è sarebbe strettamente correlata all’insorgenza di alcuni tipi di cancro e alla comparsa di patologie cardio-vascolari (infarto, ictus, ischemia). L’alimentazione riveste un ruolo fondamentale in questi casi: introdurre in maniera costante e in grandi quantità, grassi di origine animale (lardo, burro, strutto e cibi ricchi di lipidi) vuol dire fare scorta di acidi grassi saturi oltre che di colesterolo cattivo.

I primi passi da fare sono: 1) dimagrire; 2) smettere di fumare; 3) fare movimento. Mangiare soprattutto frutta e verdura vuol dire introdurre molte fibre e antiossidanti, ma anche combattere la colesterolemia. Prediligere grassi di origine vegetale quali olio evo o di semi, introducendo cibi ricchi di grassi insaturi, quali linoleico ed oleico, fondamentali per il nostro organismo e per il suo accrescimento, ci aiuta ad abbassare il colesterolo e a preservare la nostra salute. Fonte  di acidi grassi essenziali (AGE), l’ acido linoleico e l’oleico sono presenti soprattutto in alcuni cibi come il pesce azzurro e la frutta secca. Ecco perchè almeno due volte alla settimana è bene mangiare questo tipo di pesce; ciò non significa che la carne va evitata ma solo che bisogna prediligere quella bianca, perchè meno ricca di grassi e calorie.

Anche le uova che sono ricche di colesterolo non vanno mangiate più di due volte alla settimana, quando si soffre di colesterolo alto. Talvolta, anche se si pratica sport e si mangia in maniera equilibrata, si è sempre a rischio perchè la colesterolemia è iscritta nei nostri geni. Ecco perchè in questi casi si interviene con i farmaci ma solo previa prescizione medica. E’ bene rivolgersi ad uno specialista che ci indicherà con precisione quali alimenti mangiare e quali bandire, ma anche la terapia farmacologica da seguire.

Potresti leggere anche :

    Unghie fragili: cosa fare per curarle Unghie fragili: cosa fare per curarle
    Unghie fragili e deboli. Ci sono donne che amano sfoggiarle ricorrendo anche alle più bizzarre nail art, e chi invece non riesce proprio ad evitare di rosicchiarle per allontanare ansia e stress.... 
    Essere padri: cosa fare per la sua crescita Essere padri: cosa fare per la sua crescita
    Sono numerosi gli studi sociologici e antropologici che mostrano quanto sia importante la figura del padre per la crescita del figlio. Gli esiti di queste ricerche, mettono infatti in correlazione... 
    Cosa fare se il tuo lui è un tenerone Cosa fare se il tuo lui è un tenerone
    Siete lì, seduti insieme sul divano a guardare Forrest Gump per la centesima volta. Tom Hanks-Forrest è sulla tomba di Jenny. Tu sai che da un momento all’altro ti scenderà una lacrima... 
    Sudare troppo. Cosa fare? Sudare troppo. Cosa fare?
    Avere le mani un pò sudate prima di un esame o una traspirazione abbondante in una giornata calda capita a tutti. Il corpo suda per mantenere la propria temperatura costante quando le temperature... 
    Anoressia e Bulimia, cosa sono? Cosa fare? Anoressia e Bulimia, cosa sono? Cosa fare?
    Affliggono molti giovani e, spesso, non si conosce l’esatto significato di questi termini, ne si ha le conoscenze opportune, per cui si è impreparati ad affrontarne l’eventuale insorgenza... 

Copyright © 2013 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica