Dieta povera di grassi: ecco come

Mangiare sano e mantenersi sempre leggeri, soprattutto durante il periodo estivo, per reggere al meglio il caldo proibitivo e prendere la tintarella senza sentirsi appesantiti. Una delle regole fondamentali per mangiare in maniera equilibrata consiste nel cucinare bene. Questo vuol dire tre cose: 1) evitare condimenti troppo grassi; 2) pulire al meglio gli alimenti, evitando di includere nella cottura, pelle e altre parti che sono più caloriche rispetto al resto; 3) scegliere il metodo di cottura più dietetico. Facciamo dei semplici esempi.

Quando cuciniamo l’arrosto bisogna seguire delle regole ben precise quali: 1) salatura che deve avenire solo al termine della cottura; 2) rimozione delle parti grasse; 3) lasciarlo nel forno a riposare, anche quando avete finito la cottura. Basta un’ora per ottenere un sugo molto gustoso ma che contenga meno grassi del previsto. Per quanto riguarda invece i brasati, vanno conservati in frigo tutta la notte dopo averli preparati il giorno prima.

L’adipe si solidificherà in superficie e quando il brasato sarà riscaldato a fuoco lento, per “rianimare” la carne, aggiungendo solo un goccio d’olio, grazie alla carta assorbente, lo spugnerete eliminando il grasso in eccesso. In questo modo si cuocerà nel liquido di cottura rimanente, che è già sufficiente per creare quel sughetto saporito ma non troppo ricco in lipidi e calorico.

Per quanto riguarda invece il pesce è possibile realizzare una cottura priva o povera di grassi facendo così:

-cuocendoli al cartoccio con carta d’alluminio;
-al forno con pomodorini freschi e sfumando con un bicchiere di vino bianco;
-in padella con verdure, aggiungendo solo un filo d’olio e un bicchiere d’acqua.

In sintesi: cercate di utilizzare sempre la metà di grasso rispetto alle dosi indicate sulle ricette. Evitate burro e margarina, prediligendo l’olio d’oliva, patrimonio incommensurabile della nostra tradizione  mediterranea. La vostra linea vi ringrazierà certamente!

Potresti leggere anche :

    Pressione alta: ecco come correre ai ripari Pressione alta: ecco come correre ai ripari
    I chili aumentano e nel contempo anche il grasso che si va ad accumulare su fianchi e pancia. Da qui il rischio che la pressione minima vada alle stelle provocando danni, soprattutto a carico... 
    Insaccati? Oggi hanno meno grassi e calorie Insaccati? Oggi hanno meno grassi e calorie
    Salumi, affettati e insaccati rappresentano delle prelibatezze a cui è molto difficile dire di no. Soprattutto da quando i produttori introducono ogni anno specialità sempre nuove. Ma fa davvero... 
    Dieta Vegan: vantaggi e nostalgia della fettina Dieta Vegan: vantaggi e nostalgia della fettina
    Nei menù vegani non c’è posto per bistecche e fettine: è l’esclusione più classica e quella che più simboleggia la decisione di nutrirsi in modo “cruelty free”.... 
    Memoria e dieta: no alle calorie in eccesso Memoria e dieta: no alle calorie in eccesso
    La salsa sull’arrosto, il cornetto con il cappuccini, un pezzetto di cioccolata. Chi non ha mai ceduto alle piccole tentazioni a tavola? Eppure bisognerebbe fare attenzione. Non solo per... 
    Dieta vegetariana: sì ma senza rischi Dieta vegetariana: sì ma senza rischi
    L’alimentazione vegetariana è sempre più amata. Le ragioni sono numerose: è sana, aiuta a riscoprire sapori più semplici e soprattutto è “cruelty free”, rispetta animali... 

Copyright © 2013 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica