Il buon partito? Non esiste più!

Un uomo determinato, con una buona dote, sicuro di sè e affidabile. Stando a delle recenti indagini condotte da sociologi americani, pare che un uomo di questo tipo sia diventato un esemplare in via d’estinzione. Un patrimonio più unico che raro, visto che il maschio moderno non riesce ad essere nè marito, nè tantomeno padre. Questi studi confermano purtroppo una delle convinzioni, che hanno spinto molte donne a restare single: molti uomini pur avendo superato l’età della cosiddetta maturità continuano ad essere dei vecchi fanciulli, incerti sul futuro oltre che incolti.

Superati i vent’anni, l’età pre-adulta subisce un arresto e l’adolescenza si dilata impedendo all’uomo-ragazzo di fare “quel salto” in più per potersi definire consapevole e maturo. Ecco spiegato perchè molti protagonisti di serie tv e fiction, sono il prototipo del “bello ma infantile”, così attraente per quelle donne che desiderano tanto cambiarlo, non appena si rendono conto che più che compagne, fungono un pò da baby sitter.

Un concetto, quello di eterno Peter Pan, che stando agli esperti statunitensi, è legato a fattori di natura socio-economica: negli ultimi anni, nella società americana sia nel settore scolatico che nel contesto professionale, l’uomo è regredito occupando posti di minor prestigio, mentre la donna, che mediamente è molto più colta e preparata di lui, ha visto aumentare la propria competitività sul mercato del lavoro, occupando dei ruoli che prima erano solo un miraggio.

Tanto che considerando la fascia d’età che va dai 25 e i 44 anni, sono in aumento le donne laureate. Il maschio vacilla ed è meno appetibile di una volta. Così le donne che scelgono di restare da sole, perchè il buon partito è ormai diventato un’ utopia, sono lievitate. Si calcola che nel 1971 negli Stati Uniti solo il 16% degli uomini era celibe a fronte del 55% del 2012.

Tendenza che si sta affermando non solo negli USA, ma anche in Europa come in Francia, Danimarca, Grecia e Germania. In Italia il 60% delle donne ha una laurea in tasca ma, nel nostro paese, luogo in cui la meritocrazia latita da tempo, ciò non corrisponde ancora ad un cambiamento dal punto di vista dell’ascesa sociale. La donna è ancora relegata a ruoli marginali con redditi molto più bassi di quelli dell’uomo. Forse questo dato statistico resta l’unica speranza a cui aggrapparsi, per quelle che ancora credono nel principe azzurro!

Potresti leggere anche :

    La scelta perfetta non esiste. Ascoltati e risolverai i dubbi La scelta perfetta non esiste. Ascoltati e risolverai i dubbi
    Quante volte ci capita di dire: “Non ho proprio cosa mettermi oggi”? Davvero tante, e la risposta tarda sempre ad arrivare tanto che spesso la decisione si prende distrattamente,... 
    Allergie: esiste anche quella al sole Allergie: esiste anche quella al sole
    Quando la pelle è arrossata e irritata in seguito a una prolungata esposizione al sole, non è detto che siamo di fronte a delle semplici scottature. Spesso macchie rosse accompagnate da forte... 
    La depressione infantile: il “vaccino” esiste La depressione infantile: il “vaccino” esiste
    Così come accade per gli adulti, anche nei bambini un atteggiamento scoraggiato e rassegnato verso gli eventi negativi della vita, può determinare la depressione infantile. Secondo alcuni... 

Copyright © 2013 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica