Olio Essenziale alleato di salute e bellezza

Si trovano all’interno di creme, lozioni e bagnoschiuma, soprattutto se si tratta di prodotti di alta qualità. Gocce preziose che sprigionano un’aroma inconfondibile. Parliamo degli oli essenziali, ovvero essenze estratte da piante, sia dai fiori ma anche dalle radici. Erano conosciuti e apprezzati dagli antichi Egizi e a Cipro, già 4000 anni fa, nacque il primo laboratorio estrattivo. Ma come si ottengono queste pregiate sostanze? Mediante un processo di inondazione del vapore, che è il procedimento di estrazione più comune. Il vapore distende i tessuti vegetali e rompe le barriere cellulari, così gli oli vengono trascinati via sottoforma di vapore condensato.

Si tratta di una sospensione gassosa che dopo essersi depositata, deve riposare per molto tempo. La mistura ottenuta, formata da un mix di acqua e di sostanza oleosa, che vi gallegggia in superficie, non dovrà essere ulteriormente trattata per circa un mese, in modo che l’acqua si separi dall’olio prezioso e costoso per via naturale.

Del resto gli oli essenziali sono piuttosto costosi, proprio perchè se ne ottengono piccolissime quantità, rispetto al numero di piante e fiori impiegati; da 100 kg di fiori si ricava infatti solo mezzo litro di olio concentrato e profumato. In assoluto, l’essenza più costosa è rappresentata dall’Iris, molto impiegata in profumeria, per confezionare fragranze, detergenti, creme e talchi profumati.

Ci sono poi molti oli essenziali noti per le loro proprietà antisettiche e battericide per questo impiegati anche per il benessere e la salute dell’organismo. Pensiamo all’olio essenziale di Eucalipto o di Lavanda. Il primo molto utilizzato per la cura delle vie respiratorie viste le sue qualità balsamiche e antinfiammatorie mentre il secondo impiegato soprattutto in ambito cosmetico, per curare la pelle mista o grassa, viste le sue proprietà astrinenti e seboregolatrici. Miscelate alle cere, possono anche dar vita a candele colorate molto utilizzate per decorare e profumare la casa.

Ma come utilizzarli? Gli oli essenziali vanno utilizzati con molta parsimonia, e quasi mai puri. Per regalarsi un bagno rilassante o energizzante, a seconda delle esigenze, basta aggiungerne 15-20 gocce nella vasca mentre per la doccia, ne bastano solo 2 o 3 da applicare direttamente sulla spugna. Per i suffumigi, ne bastano sempre 3 mentre se impiegati per l’aromaterapia, bisogna inserirne almeno 5 nel diffusore. Arrivando direttamente al sistema limbico, riescono a coinvolgere i sensi, esercitando un’azione rivitalizzante e defaticante.

Potresti leggere anche :

    Le Olimpiadi della Nail Art: a Roma spazio alla bellezza creativa Le Olimpiadi della Nail Art: a Roma spazio alla bellezza creativa
    Ha aperto i battenti nella Capitale, la fiera più attesa dalle appassionate di bellezza e cura delle unghie. Parliamo della kermesse “Nailympics”, una gara a colpi di smati e limette,... 
    Le Noci: segreto di bellezza e non solo Le Noci: segreto di bellezza e non solo
    Il suo antissimo contenuto in aminoacidi, acidi grassi, proteine e sali minerali lo rende uno degli ingredienti fondamentali di integratori alimentari e prodotti di bellezza. La noce contiene... 
    Olio per capelli: formule da provare Olio per capelli: formule da provare
    Fanno parte di un rituale antico, che riporta a cure di bellezza lontane nel tempo e immagini di donne esotiche, intente a nutrire e lucidare le proprie chiome. Gli oli per capelli sono da sempre... 
    Aromi di bellezza: oli e acque da testare Aromi di bellezza: oli e acque da testare
    Non solo eau de toilette. Il rito di profumarsi passa attraverso molte azioni e dipende da che messaggio si vuole mandare, così come da umore e inclinazione. Gioia sensoriale, momento di bennessere... 
    Durata e conservazione dei prodotti di bellezza Durata e conservazione dei prodotti di bellezza
    Quante volte ci succede che, attratte dal marketing e dalle ultime novità in fatto di cosmesi, ci ritroviamo il beauty che pullula di prodotti di bellezza, dei quali non ricordavamo nemmeno... 

Copyright © 2013 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica