Il Rosmarino: origine e utilizzo

Il Rosmarinus Officinalis, meglio noto come rosmarino come basilico, menta e origano fa parte della famiglia delle Labiate e nel nostro Paese cresce nelle aree rivierasche. Oltre ad essere utilizzata in ambito culinario, questa pianta molto profumata può essere impegata anche nel settore cosmetico, grazie alle sostanze secrete dalle sue cellule delle foglie e dei rami più giovani, come gli oli essenziali. La composizione di questi oli varia a seconda del luogo di provenienza e della fase di maturazione, in cui viene estratto.

In generale, le loro proprietà sono numerosi: stimolanti, tonificanti, rigeneranti, purificanti e deodoranti. Da qui il loro impiego nella composizione di creme e unguenti dall’azione defaticante e rassodante, ma anche nei prodotti che mirano a combattere la cellulite. Per quanto riguarda la bellezza del viso e dei capelli, anche in tal caso l’olio essenziale di rosmarino può essere utilizzato per scopi mirati: infusi a base di questo olio rappresentano un toccasana, per stimolare il cuoio capelluto e ridurre la formazione di sebo, quindi particolarmente indicato per i capelli grassi.

Avendo un effetto antisettico e purificante, questo olio può essere anche utilizzato per realizzare tonici e creme che svolgono un’azione seboregolatrice, quindi particolarmente adatta a chi ha la pelle grassa o mista. Infatti questo tipo di pelle necessita di un’azione antinfiammatoria, che può essere garantita proprio dalle sostanze prensenti in questa preziosa essenza.

In ambito medico, molti studi hanno dimostrato le funzioni antisettiche e battericide che vanta il rosmarino, tanto che il decotto a base di questa pianta può rappresentare un efficace rimedio nella cura di irritazioni cutanee ed eczemi.

Potresti leggere anche :

    Il formaggio: origine e valore alimentare Il formaggio: origine e valore alimentare
    La leggenda attribuisce la fabbricazione del primo formaggio ad uno dei mercanti arabi che avevano l’abitudine di trasportare il latte in sacche ricavate dallo stomaco di animali. Un giorno... 

Copyright © 2013 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica