Siete a rischio allergie? Scopriamolo insieme

La diffusione delle malattie allergiche è così ampia da rappresentare un vero e proprio fenomeno sociale. Il 30% della popolazione europea è soggetto ad allergia e si stima che entro il 2020 un bambino su 2 potrebbe soffrire di questi disturbi. Se da una parte possiamo tranquillamente affermare che sono i cambiamenti climatici che si sono registrati negli ultimi vent’anni, la causa principale della diffusione delle malattie allergologiche a carattere stagionale, è d’obbligo invece attribuire la maggior parte delle reazioni allergiche ai danni dell’apparato respiratorio, alla permanenza prolungata negli ambienti chiusi.

Se consideriamo la quantità di tempo trascorso dalle casalinghe, dai bambini o dagli anziani nelle proprie case, è dunque fondamentale proteggere le abitazioni, assicurando la massima igiene e pulizia, per ridurre al massimo la presenza di allergeni al suo inteno. Questi ultimi sono presenti soprattutto nella polvere che si accumula su mobili, scaffali, intorno alle scrivanie o ai letti, annidandosi nei posti più nascosti diventando responsabili dei sintoni allergici.

Le allergie respiratorie sono determinate soprattutto dai pollini, quali graminacee, ulivo, parietaria, betulla e ambrosia piante presenti nel nostro paese, tra i più frequenti responsabili dei fenomini di carattere allergico. La pollinazione in ognuna di queste piante, si realizza in periodi differenti dell’anno, ovvero durante un intervallo di tempo in cui diffonde all’esterno i suoi allergeni. Molto dipende dalle condizioni atmosferiche che sono diverse a Nord e a Sud Italia, e che possono posticipare o anticipare la fioritura.

Gli ambienti chiusi sono inoltre molto ricchi di acari, che si nutrono di residui di alimenti, di muffe e di pelle. Trovano le condizioni adatte per sopravvivere proprio in posti come tappeti, mobili, letti, dove si annidano soprattutto nella stagione invernale. Ma l’allergene più potente è sicuramente il Fel d 1, ovvero l’allergene del gatto, che si diffonde e penetra nelle vie respiratorie, anche quando il gatto non è presente provocando lacrimazione, orticaria e gocciolamento del naso.

Ma quando compaiono per la prima volta le reazioni allergiche? Può accadere ad ogni età, e per questo è fondamentale che anche chi non ha mai avuto questo tipo di disagio, cerchi di proteggere al meglio l’ambiente domestico, e che al primo sospetto si sottoponga alle prove allergiche per capire quali sono i nemici invisibili da cui difendersi, e quali saranno le cure adeguate al suo caso.

Potresti leggere anche :

    Allergie: esiste anche quella al sole Allergie: esiste anche quella al sole
    Quando la pelle è arrossata e irritata in seguito a una prolungata esposizione al sole, non è detto che siamo di fronte a delle semplici scottature. Spesso macchie rosse accompagnate da forte... 
    Di che pelle siamo? Curiamola insieme Di che pelle siamo? Curiamola insieme
    Prima di individuare quali modalità utilizzare per curare e migliorare la pelle, bisogna prima capire a quale tipologia apparteniamo. Partendo dal presupposto che la massima efficacia di un... 
    Casa: come difendersi dalle allergie Casa: come difendersi dalle allergie
    Le allergie sono una vera e propria patologia: a soffrirne è il 30% della popolazione europea, percentuale che -secondo le previsioni dell’European Academy of Allergy and Clinical Immunology... 
    Labbra sottili o carnose: trucchiamole insieme Labbra sottili o carnose: trucchiamole insieme
    Sottili, ben delineate o poco definite, carnose ed evidenti. Ce ne sono di ogni tipo e vanno sempre enfatizzate con gusto e criterio. Parliamo delle labbra e della loro importanza per valorizzare... 
    Piercing e Tatuaggi aumentano il rischio di epatite Piercing e Tatuaggi aumentano il rischio di epatite
    In Italia ci sono circa 2 milioni di persone che hanno contratto un infezione epatica ma lo ignorano completamente. Se ieri una della maggiori cause di contagio veniva identificata nella tossicodipendenza,... 

Copyright © 2013 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica