Bucato perfetto: i trucchi tradizionali

Per ottenere un bucato fresco e pulito, all’insegna del risparmio, vengono ancora una volta in nostro soccorso i consigli della nonna. Loro sì che nonostante le scarse risorse si industriavano per ottenere dei buoni risultati, anche con quel poco che avevano in casa. Poi a seconda del problema, variavano la miscela sperimentando più strade e utilizzando più ingredienti. Certo i tempi da allora sono cambiati, i ritmi di vita sono frenetici e la società attuale ci offre mille soluzioni molto più rapide per avere un bucato a regola d’arte. Ma se siete casalinghe con più tempo a disposizione e se amate i metodi fai da te, economici ed ecologici, seguite questi suggerimenti.

Se il vostro problema è quello di lavare capi in seta, ma non volete rovinarli, per conferire loro morbidezza e brillantezza, basta ricliclare l’acqua di cottura dei cereali, particolarmente ricchi di amido, per il risciacquo finale. I corredi in pizzo e merletto sono ingialliti? Niente paura, basta utilizzare l’acqua con cui avrete precedentemente bollito il riso, l’ideale per ridonare loro candore e freschezza. Le vostre lenzuola saranno subito più bianche e lucenti.

Se invece dovete trattare capi in cotone colorato, potete invece riciclare l’acqua di bollitura della crusca, per rimuovere macchie e vivacizzare i colori. Il modo più economico per evitare che i capi in lana si infeltriscano è quello di lasciarli a bagno per 24 ore in acqua e limone. Questo perchè il pH acido di questo agrume favorisce la distensione delle fibre.

Adesso vediamo come eliminare le macchie più difficili. Se avete dei bambini, quante volte vi sarete rirovate con grembiulini e pantaloni, imbrattati dai pennarelli? Se i tessuti non sono sintetici, per macchie meno recenti, tamponate con una goccia di acetone, dopo aver lasciato il capo in acqua e sapone di marsiglia per 24 ore. Per le macchie di muffa o ruggine, basta spolverizzare un pò di sale per poi strofinare con un batuffolo di cotone imbevuto di succo di limone, per poi lavare il capo normalmente in lavatrice. In alternativa potete utilizzare l’aceto, un potentissimo sgrassatore, economico ed ecologico che può essere utilizzato anche per rimuovere macchie di vino o di olio.

Potresti leggere anche :

    Trucchi cosmetici per essere belle e al top Trucchi cosmetici per essere belle e al top
    Per realizzare un make-up impeccabile bisogna adottare gli strumenti giusti. Ma anche la pratica è fondamentale, perchè con costanza e passione, è possibile volta per volta imparare tutti... 
    Trucchi per applicare la matita senza sbavare Trucchi per applicare la matita senza sbavare
    Andare in ufficio di corsa, praticare spesso sport, districarsi tra i lavori domestici e la cura dei bambini. Presa dai mille impegni quotidiani, è già complicato per una donna essere sempre... 
    Make-Up viso allungato: contouring perfetto Make-Up viso allungato: contouring perfetto
    Per realizzare un trucco che valorizzi al massimo le caratteristiche del proprio viso, occorre considerare alcuni fattori come la forma. A seconda se abbiamo un volto rotondo e paffutello o... 
    Rossetto: i trucchi per usarlo al meglio Rossetto: i trucchi per usarlo al meglio
    Anche quando non abbiamo molta voglia di truccarci basta un suo tocco rapido per farci sentire a posto e incoraggiarci a cominciare la giornata nel verso giusto. Il rossetto è fondamentale... 
    Rimuovere con facilità le macchie ostili Rimuovere con facilità le macchie ostili
    Alcune macchie possono essere veramente difficili da rimuovere, occorrono procedimenti lunghi e laboriosi e spesso i risultati non sono soddisfacenti. Diamo un’occhiata a questi suggerimenti... 

Copyright © 2013 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica