Riordinare l’armadio: qualche consiglio

Anche se il freddo continua a non darci tregua, a consolarci c’è il pensiero che tra qualche settimana apriremo le porte alla primavera che verrà finalmente a ristorarci. Ed è quindi imminente anche la riorganizzazione dell’armadio, che in genere contiene un’accozzaglia di capi e accessori distribuiti in maniera confusa, molti dei quali sono destinati a finire direttamente nel dimenticatoio. Ma come possiamo rimettere in ordine il nostro armadio, nel modo più adeguato? In primis, bisogna selezionare i capi in base alla stagione in cui saranno indossati. Ogni capo va disposto inoltre, secondo vari fattori quali i colori, le destinazioni d’uso e i tessuti.

Spesso capita che cerchiamo un determinato abito e non riusciamo a trovarlo perchè abbiamo dimenticato dove l’abbiamo riposto. Questo è dovuto alla scarsa organizzazione e alla mancanza di ordine. Per trovare agevolmente i vestiti che ci interessano i personal shopper ci suggeriscono che bisogna dividere l’armadio in sezioni a seconda della funzione e dell’occasione in cui sfoggeremo quel determinato capo d’abbigliamento.

Mentre effettuamo questa operazione, va fatta anche una cernita dei capi dividendo quelli che utilizzaiamo da quelli di cui vogliamo sbarazzarci. Ci sono poi dei capi a cui siamo particolarmente legati, anche se sono fuori moda o non più adatti al nostro peso o all’età odierna. In questo caso, possiamo riciclarli, rivolgendoci a un sarto, o se sappiamo utilizzare la macchina da cucire, possiamo reinventarci un riutilizzo, a costo zero. Quando realizziamo questa selezione, è doveroso cercare di immaginare ogni capo insetito in un determinato outfit; possiamo aiutarci con il classico “uomo morto” che ci darà una mano ad abbinare ogni capo, per poi fissare l’immagine scattando una foto, che custodiremo in un catalogo pensato proprio per ricordare ogni look, che sarà adatto ad ogni occasione o destinazione d’uso.

In questo catalogo inseriremo dunque outfit destinati al lavoro, piuttosto che alla vita casalinga o al tempo libero, senza lasciarci sfuggire proprio niente. L’ordine pratico, corrisponderà quindi all’ordine mentale, con cui riusciremo a sfruttare tutti i nostri abiti, senza trascurare alcun dettaglio. E cosa fare con i capi che non ci servono piu? Potete organizzare dei mercatini privati o venderli su internet, in modo da racimolare qualche quattrino che ci tornerà utile per fare altro shopping!

Potresti leggere anche :

    L’ Outfit anticrisi sotto i 30 euro L’ Outfit anticrisi sotto i 30 euro
    Quante volte durante la giornata ci capita di aprire l’armadio e di non trovare quello che cerchiamo. “Non ho nulla da mettermi”, sembra la frase che almeno una volta nella... 
    Allattamento: qualche dritta fondamentale Allattamento: qualche dritta fondamentale
    La donna che allatta deve condurre una vita tranquilla, ma non sedentaria; sono consigliate passeggiate brevi e frequenti, e almeno sei ore ininterrotte di riposo notturno. Inoltre deve osservare... 

Copyright © 2013 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica