Insaccati? Oggi hanno meno grassi e calorie

Salumi, affettati e insaccati rappresentano delle prelibatezze a cui è molto difficile dire di no. Soprattutto da quando i produttori introducono ogni anno specialità sempre nuove. Ma fa davvero così male mangiare questo tipo di alimenti? Molti dietologi li considerano dei nemici della linea, ma tutto dipende da vari fattori. Negli ultimi tempi qualcosa è cambiato: con la diminuzione della quantità di sodio presente al loro interno, l’abbassamento della percentuale di lipidi (grassi), sono dimunuite anche le calorie che questo tipo di cibo apporta pur mantenendo l’adeguato apporto di proteine. Notizie più che positive per i cultori del genere.

Soprattutto per chi ama mangiare qualcosa che si può preparare in poco tempo, ma senza rinunciare al gusto. Con qualche fetta di salame o di prosciutto, abbinata a una ricca insalata, è possibile infatti pranzare o cenare. Con che cadenza possiamo mangiare insaccati ogni settimana? Una o due volte a settimana, ma solo se si tratta di un pranzo o di una cena, perchè per la merenda o lo spuntino l’ideale sarebbe mangiare della semplice frutta o dello yogurt per non appesantirsi troppo.

Gli insaccati meno calorici restano il prosciutto cotto o crudo ma sgrassati e la bresaola che apportano meno di 200 calorie per ogni 100 grammi. Le persone che soffrono di pressione alta devono però rispettare qualche accorgimento in più prestando attenzione alle quantità introdotte.

Non essendo dei cibi generalmente indicati nella dieta, per non rinunciarvi basta introdurne piccole razioni, attribuendo particolare importanza al dispendio di energia. Questo vuol dire che chi fa sport e svolge regolare attività fisica, ha il vantaggio di godere delle gratificazioni della buona tavola, senza fare a pugni con la bilancia.

Potresti leggere anche :

    Dieta povera di grassi: ecco come Dieta povera di grassi: ecco come
    Mangiare sano e mantenersi sempre leggeri, soprattutto durante il periodo estivo, per reggere al meglio il caldo proibitivo e prendere la tintarella senza sentirsi appesantiti. Una delle regole... 
    Fare sport e allenarsi? Oggi basta un App! Fare sport e allenarsi? Oggi basta un App!
    Sogni un personal trainer che ti segua ovunque, pronto a incitarti, registrare i tuoi tempi, darti consigli? Non devi sposarlo: basta avere sotto mano uno smartphone o un tablet, da accessoriare... 
    Essere vegani oggi: scelta salutare e rigorosa Essere vegani oggi: scelta salutare e rigorosa
    Uno stile alimentare che rispetta animali e ambiente. E’ quello vegano, la versione più rigida dell’alimentazione vegetariana. Banditi tutti i prodotti di orgine animale, chi segue... 
    Vino biologico: meno chimica più gusto Vino biologico: meno chimica più gusto
    A leggere l’etichetta di una bottiglia di vino oggi c’è il rischio di confondersi. Tra sigle come Doc, Docg, Igp, che riguardano tutte le provenienze certificate dei vitigni e acronimi... 
    Per la carenza di ferro oggi ci sono le nanotecnologie Per la carenza di ferro oggi ci sono le nanotecnologie
    Il ferro è importantissimo e fondamentale per il nostro organismo : combinandosi con il rame e le proteine va a formare l’emoglobina che a sua volta trasporta l’ossigeno a tutte... 

Copyright © 2013 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica