Come evitare carenze di sali minerali

I sali minerali rientrano nella costituzione di ossa e denti, e questo è un dato risaputo. Ciò che generalmente non si sa è che nel nostro organismo sono presenti minerali associati sottoforma di ioni mobili che il corpo non è capace di demolire nè di produrre, e che devono essere introdotti attraverso l’alimentazione. I sali minerali hanno funzioni specifiche nei processi metabolici, favorendoli e accelerandoli, oltre a svolgere una funzione plastica nei tessuti. La loro carenza può essere evitata adottando alcuni semplici accorgimenti.

In primis occorre  non sbucciare la frutta e la verdura, che basta lavare o al massimo, spazzolare sotto acqua corrente. I minerali sono infatti contenuti nella buccia. Ad esempio, le radici dei porri sono ricche di Calcio e Magnesio così come le foglie verdi, che sono ricche di Zinco e che spesso vengono buttate via dallo stesso ortolano. Anche se credete che la buccia della frutta contenga pesticidi e sostanze tossiche, non sbucciatela ugualmente. Questo perchè se sono stati utilizzati antiparassitari dal contadino, anche la polpa ne avrà assorbiti in egual misura!

E’ preferibile invece, lavarla accuratamente perchè i sali minerali si trovano nell’area periferica e non al centro della frutta e della verdura. Anche quando preparate il minestrone, utilizzate verdure intere, come ad esempio le carote, che vanno lavate accompagnando la detersione con una semplice spazzolatura. Trattata con queste modalità la verdura risulterà più sana, nutriente e avrà un sapore migliore.

Anche quando preparate composte di frutta, lasciamo pure che i semi e le bucce restino lì; se poi le volete rendere più piacevoli al palato e omogenee, basta sminuzzarle ulteriormente con il frullatore. Altre due fonti importanti di minerali, sono il sale e lo zucchero, ma nella versione non raffinata perchè il processo di raffinazione elimina le impurità, compresi i minerali. Lo zucchero di canna, presenta il 96% di saccarosio e contiene rame, fosforo, cromo, calcio e ferro.

Il sale, a differenza dello zucchero non è un vero e proprio alimento, ma un condimento che con i vari trattamenti come la salificazione, si impoverisce di calcio, magnesio e di tutti gli altri oligo-minerali. Ed è per questo che occorre scegliere un tipo di sale, che sia il meno lavorato e raffinato possibile, meglio se iodato, ovvero arricchito artificialmente di iodio, un minerale importante nella prevenzione delle patologie legate alla tiroide.

Potresti leggere anche :

    Soia e derivati: fonte di proteine e minerali Soia e derivati: fonte di proteine e minerali
    Aumenta sempre di più il numero di chi ne fa uso sostituendo con i suoi derivati molti alimenti proteici di origine animali, per ragioni esistenziali ed etiche. Il mondo della Soia, legume... 
    La cyclette e gli sbagli da evitare La cyclette e gli sbagli da evitare
    E’ una delle attività sportive più amate sia da chi ama praticarle in palestra, sia per i più pigri che preferiscono fare sport da camera. Quando si inizia la dieta, il primo pensiero... 
    Sbagli da evitare quando si fa trekking Sbagli da evitare quando si fa trekking
    Se avete intenzione di iniziare un’attività sportiva che vi permetta di coniugare l’allenamento con il desiderio di entrare a contatto con la natura, senza trascurare lo spirito... 
    Salute: i sali minerali nell’alimentazione Salute: i sali minerali nell’alimentazione
    I sali minerali sono sostanze nutritive che apportano all’organismo fondamentali elementi dalle funzioni plastiche e regolatrici.  Sono presenti in forma solida, depositati in cristalli... 
    Patate preziosa fonte di minerali e vitamine Patate preziosa fonte di minerali e vitamine
    Le patate sono un alimento prezioso che sembra nato per il nostro metabolismo. Gli amidi, importanti fonti di energia di cui sono ricche, passano indenni attraverso lo stomaco e il primo tratto... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica