L’Alga Bruna e la perdita di peso

Le alghe marine, rappresentano un elemento importantissimo nell’alimentazione in molti paesi, conosciute e usate da millenni. Attualmente vengono usate soprattutto come coadiuvanti nelle diete dimagranti per accelerare i tempi per il conseguimento del peso forma. Diciamo innanzitutto che sono disponibili soprattutto in tre forme: capsule, estratto in gocce e in abbinamento con l’estratto dalla radice di tarassaco. Aggiungiamo subito che alghe, fucus e quercia marina sono in pratica la stessa cosa. Premesso questo, in cosa consiste la loro azione e in che modo vanno utilizzate per ottenere dei risultati visibili? Vediamo come si può rispondere a questi quesiti.

In primis occorre dire che l’alga bruna è una delle più usate, cresce quasi a pelo d’acqua soprattutto nelle aree settentrionali ed è nota anche col nome di fucus. Altra nomenclatura abbastanza diffusa da utilizzare in alternativa alle altre per definire l’alga è quercia marina, ma si tratta in pratica sempre della stessa pianta.

Il prodotto si presenta in varie forme quali compresse, capsule contenenti polvere ed estratto liquido. E’ considerato un complemento alimentare utilissimo nella cura dell’obesità, dell’eccesso di peso e anche della cellulite.Le motivazioni che spiegano questa proprietà stanno nella presenza di iodio naturale, che accelera il metabolismo dei grassi senza provocare il minimo disagio agli altri organi.
In pratica i principi contenuti nell’alga possono aiutare a bruciare i grassi. In genere nelle diete dimagranti l’utilizzo dell’alga bruna viene associato a quello di ad altri attivi vegetali per poter agire su uno specchio d’azione più ampio, al fine di ottenere esiti molto più efficaci. Alla paziente vengono suggeriti prodotti cosmetici destinati all’ uso esterno, sempre a base di alghe, in modo particolare creme o lozioni per massaggi da applicare sui cuscinetti e sui depositi di cellulite. Spesso viene anche consigliatao l’abbinamento con il bacello di fagiolo da asusmere in versione capsule, che svolge il compito di limitare l’assorbimento dei grassi in eccesso.

Potresti leggere anche :

Non ci sono articoli correlati.


Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica