L’arrivo del secondo figlio: come comportarsi

Talvolta l’arrivo in famiglia di un fratellino o di una sorellina sembra indurre nel primogenito una reazione esagerata, dominata per lo più dalla gelosia, o addirittura una “regressione comportamentale”, che tende a condizionare tutti i momenti della vita quotidiana. Fare i capricci, assumendo comportamenti dispettosi nei confronti del nuovo arrivato sono tutte manifestazioni con cui il fratellino maggiore può esprimere la propria richiesta di attenzione.

Cosa fare in questi casi? Innanzitutto manteniamo la calma e non dimentichiamoci che anche una punizione può essere vissuta come un premio da un bambino che si impegna in tutti i modi per rimanere protagonista indiscusso della vita familiare. Le reazioni energiche possono rivelarsi controproducenti, in quanto rischiano di amplificare l’aggressività.

Vediamo come possiamo comportarci per vivere con gioia l’arrivo del nuovo arrivato. Prima di tutto occorre responsabilizzare il primogenito affidandogli, a seconda delle situazioni, piccoli compiti che lo facciano sentire il braccio destro insostituibile della mamma. Ignoriamo sin da subito eventuali comportamenti finalizzati ad accentrare l’attenzione, a partire dal rifiuto del cibo. Predisponiamo momenti quali passeggiate o giochi, che lui possa davvero vivere da protagonista e percepisca dedicati esclusivamente a sè.

Evitiamo apprezzamenti critici o denigratori (per esempio nel caso in cui dovesse bagnare il letto) e cechiamo di fargli esprimere liberamente sentimenti ed emozioni. Non incorriamo nella trappola della ricompensa o dello “scambio di favori” estemporaneo, che potrebbe dare adito a un progressivo innalzamento delle richieste, ma premiare piuttosto l’insieme di comportamenti virtuosi. Se la differenza d’età tra i fratellini è minima, tollerate inizialmente qualche piccola eventuale “regressione”, senza però lasciarla diventare una consuetudine o fomentarla con atteggiamenti di condivisione o rinforzo.

Potresti leggere anche :

Non ci sono articoli correlati.


Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica