Casa: come difendersi dalle allergie

Le allergie sono una vera e propria patologia: a soffrirne è il 30% della popolazione europea, percentuale che -secondo le previsioni dell’European Academy of Allergy and Clinical Immunology (Eaaci) diffuse nell’ottobre 2011 -potrebbe salire del 50% entro il 2015. Solo in Italia, infatti, si stima che almeno 12 milioni di persone presentino una forma di allergia latente, pronta a manifestarsi se persiste in maniera massiccia il contatto con l’allergene. Ma c’è di più. Se trascurati i sintomi allergici possono peggiorare il caso clinico: basti pensare che il 40% delle riniti si trasforma in ansia. La soluzione? Evitare il contatto con la polvere che è un ricettacolo di allergeni di ogni tipo, cercando di limitare la diffusione, almeno all’interno delle nostre abitazioni.

Le camere sono il paradiso degli acari della polvere, a partire dal letto, che necessita di attenta manutenzione:

-Prediligete materassi e cuscini in fibra sintetica con fodera anti-acari, meglio se in Gore-Tex, un materaile traspirante e impermeabile;
-Lava settimannalmente federe e lenzuola a 60° C e una volta al mese, alla stessa temperatura, le coperte;
-Splvera quotidianamente spalliere, mobili e scaffali sovrastanti.

Poichè gli acari amano gli ambienti caldi e umidi, in camera si dovrebbe evitare di:

-Sbattere biancheria e vestiti;
-Stirare o stendere i panni;
-Collocare piante;
-Non abusare dell’umidificatore.

Una ricerca condotta nel 2012 da un gruppo di ricercatori della Kingstone University, ha dimostrato come gli acari amino annidarsi fra le lenzuola, un luogo umido e caldo quanto basta per proliferare in tutta tranquillità. Per distruggere il loro habitat naturale, basta aspettare qualche ora prima di rifare il letto al mattino.

In soggiorno e negli altri spazi è molto più facile controllare e prevenire la diffusione di acari e di altri allergeni, basta seguire determinati accorgimenti:

-Conservate libri e soprammobili in armadi chiusi;
-Spolvera di frequente mobili, librerie aperte, termosifoni, televisioni, stereo, davanzali e anche il computer, dove l’accumulo di polvere oltre a provocare danni alla salute, a lungo andare intasa la ventola creando rallenamento e l’usura della macchina.
Ma non solo gli acari a minacciare la nostra sicurezza, contaminando i nostri ambienti. La polvere, infatti contiene allergeni di tutti i tipi, come il pelo dei nostri animali domestici, responsabile di asma, rinocongiuntivite e patologie cutanee.

Potresti leggere anche :

    Fare a casa i detergenti per le pulizie: ricette Fare a casa i detergenti per le pulizie: ricette
    Pulire e detergere la casa non deve precludere la possibilità di utilizzare sostanze completamente naturali. Per le ecobio addicted, è impensabile ricorrere a detersivi aggressivi per la pelle,... 
    Allergie: esiste anche quella al sole Allergie: esiste anche quella al sole
    Quando la pelle è arrossata e irritata in seguito a una prolungata esposizione al sole, non è detto che siamo di fronte a delle semplici scottature. Spesso macchie rosse accompagnate da forte... 
    Marmellata fatta in casa: regole da seguire Marmellata fatta in casa: regole da seguire
    In tempi di crisi aumenta sempre di più la percentuale di chi sceglie di preparare a casa, pane, dolci e conserve. Facile e veloce da realizzare, anche la marmellata rappresenta una delle preparazioni... 
    Pulizie della casa: come ordinare gli attrezzi Pulizie della casa: come ordinare gli attrezzi
    Quello della casalinga è un vero e proprio lavoro perchè gestire e mantenere in ordine una casa non è un compito così facile come si pensa. Oggi parliamo di come mantenere in ordine gli... 
    Siete a rischio allergie? Scopriamolo insieme Siete a rischio allergie? Scopriamolo insieme
    La diffusione delle malattie allergiche è così ampia da rappresentare un vero e proprio fenomeno sociale. Il 30% della popolazione europea è soggetto ad allergia e si stima che entro il 2020... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica