La cyclette e gli sbagli da evitare

E’ una delle attività sportive più amate sia da chi ama praticarle in palestra, sia per i più pigri che preferiscono fare sport da camera. Quando si inizia la dieta, il primo pensiero che viene in mente è quello di abbinare all’alimentazione ipocalorica un’attività fisica semplice e adatta anche per chi è alle prime armi e che, consenta anche in mezz’ora di bruciare un numero considerevole di calorie. Parliamo ovviamente della cyclette che pur essendo uno strumento facile da utilizzare, spesso per i meno esperti, può indurre a commettere qualche errore.

Ecco quali sono i più comuni. Tendiamo a staccare le mani dal manubrio. Dal punto di vista biomeccanico, pedalare senza appoggiare le mani sul manubrio è molto meno efficace, perchè fa lavorare in modo incompleto sia i glutei che i muscoli delle gambe. Inoltre la posizione eretta porta all’iperlordosi (cioè all’inarcamento eccessivo della parte lombare della schiena), procurando affaticamento e dolore localizzato.

Quando si pratica questo sport sarebbe inoltre preferibile non utilizzare il cardiofrequenzimetro. Per fare un buon lavoro aerobico bruciagrassi bisogna pedalare a un certo ritmo costante e protrarre lo sforzo abbastanza a lungo. Per decidere quale livello di intensità impostare e quante pedalate al minuto eseguire, utilizzare i sensori delle pulsazioni cardiache posti sul manubrio, oppure un cardiofrequenzimetro. Sfinirsi di fatica e sudare abbondantemente non signofica eseguire un buon allenamento: la frequenza cardiaca corretta da mantenere è quella che si calcola sottraendo a 220 la propria età e moltiplicando il valore così ottenuto per 60-65%.

Durante qualsiasi allenamento sarebbe opportuno essere concentrati su ciò che si fa, evitando che il corpo si muova “per inerzia”. Solo così si può lavorare efficacemente e mantenere la postura più corretta. Meglio quindi evitare di guardare la televisione, di leggere e di distrarsi: è ammessa solo la musica, che aiuta anche a mantenere il ritmo di pedalata.

Bisogna infine sfatare la convinzione che il lavoro sulla cyclette porti a un ingrossamento dei muscoli delle gambe, in particolare dei polpacci. All’inizio è normale che la muscolatura aumenti leggermente il volume, per fare fronte all’impegno richiesto, ma questa risposta fisiologica è irrisoria e, soprattutto, cessa dopo le prime sedute.

Potresti leggere anche :

    Come evitare carenze di sali minerali Come evitare carenze di sali minerali
    I sali minerali rientrano nella costituzione di ossa e denti, e questo è un dato risaputo. Ciò che generalmente non si sa è che nel nostro organismo sono presenti minerali associati sottoforma... 
    Cosmetici sicuri: gli ingredienti da evitare Cosmetici sicuri: gli ingredienti da evitare
    Anche le creme più costose e i prodotti di make-up dal nome blasonato, spesso contengono ingredienti nocivi che potrebbero essere tranquillamente inseriti in una black list da consultare ogni... 
    Sbagli da evitare quando si fa trekking Sbagli da evitare quando si fa trekking
    Se avete intenzione di iniziare un’attività sportiva che vi permetta di coniugare l’allenamento con il desiderio di entrare a contatto con la natura, senza trascurare lo spirito... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica