L’Iphone? Elitario pur essendo popolare

“I blu-jeans che sono un segno di sinistra, con la giacca vanno verso destra”, così Giorgio Gaber ironizzava in uno dei suoi successi sull’abitudine tutta italiana di associare atteggiamenti, scelte e persino oggetti all’essere di “destra” o “sinistra”. Ma se avesse dovuto riscrivere quel brano oggi, le due fazioni in cui avrebbe trovato divisi giovani e meno giovani non sarebbero più state conservatori e riformisti, fascisti e comunisti , ma niente meno che iphoniani e androidiani. “Se non hai un iPhone, non hai un iPhone”. Basta solo ascoltare lo slogan scelto per gli spot del vecchio iPhone 4S per capire il messaggio di casa Apple: se non ce l’hai, diciamolo non sei nessuno.

E infatti sul web si sprecano le parodie dello spot con il doppiaggio alla milanese che dice “se non hai un iPhone, sei un poveraccio, sei un perdente”. Fin dal lancio dell’iPhone 1, ma prim’ancora con l’Ipod o con il Mac, l’azienda di Steve Jobs ha lavorato per diffondere non solo strumenti all’avanguardia, esteticamente superiori e smart, immediati, ma anche per far passare l’idea di una tecnologia per iniziati capaci di comprendere il valore superiore. Ciò crea intorno alla mela morsicchiata un ecosistema culturale ed emozionale a cui il consumatore è orgoglioso di aderire. E non importa se tutto costa di più, se il sistema operativo è chiuso, se è necessario acquistare applicazioni o programmi ad hoc, o se i cavi sono incompatibili con tutti gli altri supporti tecnologici sul mercato. E’ migliore, è cool.

Ma se fino a un anno fa un iPhone era effettivamente un lusso per pochi o una scelta da estimatori della tecnologia, con i nuovi contratti rateizzati proposti dai gestori di telefonia ecco che con 30 euro al mese o poco più anche iPhone 5 appena uscito finirà in mano a tutti, esperti e non esperti, ricchi e meno ricchi, appleiani della prima ora e dell’ultimo minuto. Anche se il prodotto è popolare, l’iPhone riesce a far sentire tutti coloro che lo possiedono un elite. A dispetto della crisi, tutti si fiondano ad acquistare il nuovo modello iPhone 5, che ha riaperto la sfida a chi è più cool. Ma chissà se lo si acquista solo per una questione di dettagli tecnici, o soprattutto perchè fa più chic anche per chi si è sempre frenato facendosi scudo dello slogan “vorrei ma non posso”. Quando si tratta di “iphoniarsi”, tutti possono…

Potresti leggere anche :

Non ci sono articoli correlati.


Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica