Pulizia dei pennelli e degli altri strumenti del trucco

Per realizzare un make-up impeccabile una delle regole fondamentali resta quella di curare al meglio anche gli strumenti che utilizziamo per realizzarlo. Pennelli, applicatori in spugna e piumini (per la cipria) vanno detersi periodicamente per evitare che accumulino sulla loro superficie microrganismi e adipe in accesso. I pennelli per il trucco vanno lavati almeno una volta alla settimana ma vediamo come.

Si possono utilizzare due metodiche; una è più rapida e consiste nello spruzzare sulle setole un prodotto specifico adatto proprio alla pulizia dei pennelli come il Brush Cleanser della Kiko mentre l’altra richiede un pò più di tempo ma vi consente di ottenere una detersione profonda ed efficace.

Nel secondo caso bisogna semplicemente procurarsi una saponetta ecobio, come il sapone di marsiglia o quello all’olio di alloro (sapone di Aleppo) e dell’alcol. Intigiamo ogni pennello sul sapone precedentemente inumidito, effettuando movimenti circolari. Adesso aiutandovi con le mani lavate le setole con acqua corrente tiepida.

Il passo successivo sarà quello di immergere i pennelli in una bacinella che contenga 300 ml di acqua e 100 di alcol. Lasciateli in ammollo per 20 minuti, tirateli fuori, risciacquate abbondantemente e lasciate asciugare all’aria aperta, cercando di posizionare i pennelli in in posizione verticale con le setole al di sotto.

Una volta asciutti noterete subito che i vostri pennelli hanno setole lucide e morbide, ma soprattutto sono prive di qualunque residuo di trucco e risultano puliti e profumati. Passiamo alla detersione delle spugnette e dei piumini. Per quanto riguarda le spugnette da fondotinta, bisogna detergerle anche due volte alla settimana, poichè i residui di prodotto accumulandosi tra le fibre, provocano la proliferazione di batteri e di sostanze che se riproposte sulla cute, occludono i pori e possono provocare irritazioni o infezioni.

Puliamo le spugnette utilizzando un semplice bagnoschiuma o ancora una volta, del sapone di marsiglia. Utilizziamo acqua calda per risciacquarle in modo che i residui di prodotto si sciolgano con più facilità. Lasciamo asciugare almeno per 24 ore. I piumini destinati all’applicazione della cipria vanno invece detersi con un detergente più delicato; potete utilizzare un sapone per la pulizia intima e successivamente applicare un pò di balsamo e risciacquate con acqua tiepida per poi far asciugare all’aria aperta prima del riutilizzo. Ricordatevi che i pennelli possono essere utilizzati più volte mentre spugnette e piumini andrebbero cambiati almeno ogni 6 mesi.

Potresti leggere anche :

    Pulizie della casa: come ordinare gli attrezzi Pulizie della casa: come ordinare gli attrezzi
    Quello della casalinga è un vero e proprio lavoro perchè gestire e mantenere in ordine una casa non è un compito così facile come si pensa. Oggi parliamo di come mantenere in ordine gli... 
    Zodiaco 2013: gli interessi degli altri segni Zodiaco 2013: gli interessi degli altri segni
    Continuiamo a parlare degli hobbies e degli interessi che nel corso del prossimo anno, gli astrologi consigliano, di praticare ai 12 segni dello zodiaco, di cui abbiamo iniziato già a parlare... 
    Il make-up degli occhi: gli imperdibili Il make-up degli occhi: gli imperdibili
    Per rendere lo sguardo femminile e intrigante, è fondamentale realizzare un buon make-up che minimizzi le imperfezioni ne esalti i suoi punti forti. Si dice che infatti gli occhi rispecchiano... 
    La pulizia della cute: le basi La pulizia della cute: le basi
    La pelle svolge alcune funzioni di importanza fondamentale per il buon funzionamento dell’organismo. Tra queste ricordiamo la termoregolazione, l’escrezione di sostanze di varia... 
    L’igiene e la pulizia degli abiti L’igiene e la pulizia degli abiti
    Il vestiario svolge per l’uomo diverse funzioni. Da quelle protettive per combattere gli agenti che possono arrecare danno o disturbi all’organismo, a quelle di tipo estetico, morale... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica