Trasforma la passione in lavoro: ecco come

Quante volte ti sei detta “mollo tutto e cambio vita!” e ti è venuta voglia di lasciare quel lavoro che non fa per te e dedicarti a ciò che ti rende veramente felice (cucinare, scrivere, aprire un agriturismo, creare bijoux, fare fotografie ). Hai mai pensato che la tua passione potrebbe trasformarsi in un lavoro vero e proprio? Certo, non è semplice, ci vogliono coraggio, determinazione e un pizzico di fortuna, ma c’è chi ha provato e ce l’ha fatta. Ma come individuare il proprio talento? “Innanzitutto ci spiega  Sebastiano Zanalli, manager e autore del libro “Dovresti tornare a guidare il camion, Elvis. Puntare sul proprio talento quando tutto sembra non funzionare “- è fondamentale capire se vogliamo cambiare davvero.

Come? E’ qualcosa di molto personale, te lo dice la pancia. Quando ti alzi più stanca di quando sei andata a letto. Quando senti di vivere una vita che non è la tua. Forse è arrivato il momento di cambiare direzione”. Ok, da dove si comincia? “Individua il tuo talento. Cos’è esattamente? La capacità che tutti gli amici ti riconoscono, qualcosa per cui eri portata fin da piccola, ciò che faresti anche senza essere pagata”.

Ora che hai individuato il tuo talento, il consiglio è coltivarlo: leggi, informati, viaggia. Vai a vedere cosa fanno gli altri, copia, confrontati, migliora. Investi sulla formazione. Sul web esistono molti link utili per trovare spunti lavorativi e accrescere le competenze. Sul sito del  fondo sociale europeo vengono segnalati corsi gratuiti e professionali che vanno dal fashion design all’organizzazione di eventi e marketing. Il sito futuroalfemminile.it invece, ha l’obiettivo di creare un ponte tra donne e tecnologia con corsi informatici gratuiti. Tieni d’occhio anche impresadonna.it, sempre aggiornato sulle attività di formazione in partenza in tutta Italia.

Naturalmente prima di lanciarti a capofitto nell’impresa, fatti una domanda: “Se dovesse andar male, sarei in grado di accettarne le conseguenze?”. Se non lo sei, non devi abbandonare l’idea, ma creare un piano B, un’alternativa, un’ancora di salvezza. Un suggerimento potrebbe essere quello di fare inizialmente un doppio lavoro, finchè non ti senti pronta a dedicarti completamente alla tua passione. Il punto cruciale è adesso un altro. Come puoi capire se la passione che hai può trasformarsi in business? Francesca Zampone, fondatrice di Accademia della Felicità e responsabile del corso “Come trasformare la tua passione in lavoro”, consiglia di rispondere con sincerità ad un piccolo questionario: Chi potrebbe essere interessato al tuo lavoro?; Esiste già qualcuno che lo fa?; Perchè dovrebbero venire da te?; Quanto saresti tu disposta a pagare per un lavoro di questo tipo?; Come immagini il tuo cliente ideale?; Come immagini il cliente occasionale?

Ora che ha risposto a tutte le domande sei pronta per cominciare. “Prima di tutto -suggerisce Francesca Zampone- se sei decisa non farti frenare dai dettagli. Non aspettare il nome perfetto, il sito perfetto o il logo perfetto. Buttati e guarda che succede! Coinvolgi amici e conoscenti, sponsorizzati. E’ importante anche cominciare ad avere dimistichezza con i numeri, il marketing e le vendite.

Potresti leggere anche :

    Critiche sul lavoro. Rendiamole costruttive Critiche sul lavoro. Rendiamole costruttive
    Spesso l’ansia e la frustrazione sono frutto di un cattivo approccio con il mondo del lavoro. Talvolta il dipendente non ha tutte le responsabilità, e anzi, può diventare il bersaglio... 
    Lavoro e immagine sul web Lavoro e immagine sul web
    Si sa, l’immagine conta per chi occupa un ruolo di spicco o cerca lavoro. Ecco perchè l’identità digitale occupa un ruolo fondamentale, che può sminuire o arricchire un curriculum,... 
    Cercare lavoro: occhio alla reputazione online Cercare lavoro: occhio alla reputazione online
    Provate a googlare il vostro nome. Cosa ne esce? A parte una serie di persone che non hanno niente a che vedere con voi (notato quanti omonimi ci sono?), c’è il link a Twitter, a uno... 
    La passione e lo struggimento. Viviamole La passione e lo struggimento. Viviamole
    Deriva dal termine pathos, che dal greco vuol dire patimento spirituale. La passione è, contrariamente a ciò che si pensa, qualcosa che concentra in sè momenti di esaltazione ad altri di... 
    Bomboniere per matrimonio, che passione e che idee Bomboniere per matrimonio, che passione e che idee
    Bomboniere per il matrimonio : non possono assolutamente mancare, sono il ricordo della cerimonia che lasciamo ai nostri invitati, sono una vera e propria passione . La parola bomboniera, intanto,... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica