L’innamoramento? Non è solo per i giovani

Imprevedibile, inaspettato, incontrollato. Tanti sono i termini con cui si descrive l’innamoramento. Spesso però si crede erroneamente che sia una prerogativa destinata solo ai giovani, poichè da “grandi” in genere le emozioni si gestiscono con più controllo. Eppure è proprio quando ragioniamo troppo e cerchiamo di non prendere decisioni, agendo con prudenza e non lasciandoci andare, che diamo il peggio di noi stessi. Oggi si scopre che l’amore non appartiene solo agli adolescenti e ai giovani ma che si può essere impetuosi anche oltre i sessant’anni.

In passato era raro che una vedova cercasse un nuovo compagno, anche perchè sarebbe stato un comportamento accolto con derisione e ostilità sia dalla sua famiglia che dai compaesani. C’è anche da sottolineare che l’innamoramento era considerato spesso il prologo di una commedia che si concludeva con le nozze e la nascita dei figli. Se poi non scattava la scintilla, non era importante. Fondamentale era per la donna trovare il buon partito, ovvero l’uomo con un buon impiego che potesse garantire alla famiglia il sostentamento necessario.

Così come per l’uomo era indispensabile che la sua futura sposa provenisse da una famiglia irreprensibile e non avesse avuto esperienze precedenti tali da poter “macchiare” la sua moralità. Il nostro è il Paese più “vecchio” d’Europa: i giovani non si sposano e i figli che nascono sono pochissimi. Così le vecchie generazioni, grazie al progresso scientifico e al tenore di vita migliorato, vivono più a lungo e anche il loro cuore è più longevo. Attualmente non si combatte più con il destino per sopravvivere e le donne sono indipendenti, non hanno più bisogno di “sistemarsi” per andare avanti.

Secondo recenti statistiche il numero di divorzi è in aumento proprio tra gli ultra sessantenni, circostanza impensabile per le generazioni di 30-40 anni fa. Questo perchè il benessere e la vita che si allunga, insieme all’aumento delle tentazioni ha messo in discussione la routine quotidiana, arrivando a sfaldare unioni apparentemente inossidabili. Nel giro di trent’anni i costumi sociali hanno subito una metamorfosi: sono cambiate le esigenze legate alla casa e al lavoro così come si è modificata la morale comune. La signora che prima si immergeva nei romanzi sentimentali per evadere e viaggiare con l’immaginazione, oggi può tramutare i sogni in realtà. Ma cosa vuol dire innamorarsi oltre i sessant’anni? Vuol dire soprattutto cercare una persona con cui camminare mano nella mano nel parco, dialogare a tavola e guardare la tv seduti insieme sul divano. Ma anche, perchè no, dividersi le spese di casa, soprattutto se il singolo dispone di una risicatissima pensione sociale.

Il sentimento è gestito con più razionalità e l’istinto non prende più il sopravvento ma, sia l’uomo che la donna, hanno ugualmente voglia di condivisione. Una condivisione e un coinvolgimento meno passionale ma più concreto, fondato su un legame mentale profondo che ha più opportunità di durare nel tempo.

Potresti leggere anche :

    Giovani, casting e mondo dello spettacolo: attenzione ai furbi Giovani, casting e mondo dello spettacolo: attenzione ai furbi
    Il mondo affascinante e patinato dello spettacolo, continua a rappresentare un forte richiamo per giovani di belle speranze, che vogliono diventare i nuovi presentatori e/o show girl di domani.... 
    Giovani e disoccupati? Fate gli artigiani Giovani e disoccupati? Fate gli artigiani
    Sarto, ceramista, maglierista, intagliatore del legno, tappezziere, pellettiere. Una parola che definisce proprio tutti: artigiano. Un mestiere fra i più antichi del mondo che di recente è... 
    Evadere non è solo ricerca della libertà Evadere non è solo ricerca della libertà
    L’erba del vicino è sempre più verde. Spesso è questo motto che incoraggia chi, stufo della routine quotidiana o dalle continue dispute di coppia, ha voglia di evadere. Si avverte un’urgenza... 
    Quando lui vuole andare in vacanza da solo Quando lui vuole andare in vacanza da solo
    Addio all’idea della vacanza a due: pare proprio che stavolta lui sia orientato ad altro. Sicuramente la cosa più importante è capire il perchè di questo desiderio. Se vuole fare quel... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica