Essere sempre indecisi. I pro e i contro

Essere indecisi è faticoso. La più piccola delle scelte manda in tilt, mentre gli altri sembrano tutti sicuri nelle loro decisioni. Da cosa ordinare in gelateria fino a dove andare in viaggio di nozze, passando per lo shopping, la spesa, il cinema, l’indeciso cronico vaglia ogni possibilità, si attarda con valutazioni di pro e contro, torna sui suoi passi e solo alla fine, per sfinimento, sceglie. Ma come si esce dall’ipasse? Sono spesso le persone più insicure quelle che non riescono a decidersi, perchè la paura di fare un passo falso le paralizza. Ogni scelta, piccola o grande, comporta un rischio: quello di sbagliare.

Ed è la prospettiva di un eventuale fallimento che manda in crisi. “Per una persona insicura la possibilità di fallire è vista come angosciante -spiega la psicologa Tamara Agosti- incide nell’autostima e nel valore che dà a se stessa. Ma la vita è fatta della possibilità di commettere errori, mettendo in gioco le proprie capacità”. Inclusa quella di scegliere. Perciò l’eventualità di sbagliare (ordinazione, acquisto, vacanza) va messa in conto fin dall’inizio, ma con serenità.

A volte, a rendere faticose le scelte è un’idea poco chiara di cosa si ama e di cosa si vuole. Ecco che l’indeciso cronico si trova a guardare con invidia chi ribadisce con costante sicurezza ciò che desidera e che intende realizzare. Però all’estremo comporta l’inevitabile rischio di perdersi un pò: più possibilità si prendono in considerazione, più difficile è fare una selezione.

La questione è semplice: la scelta perfetta non esiste. Come non esiste la perfezione: i pro e i contro ci saranno sempre quindi non ha senso rimanere bloccati davanti alle possibilità. Va bene valutare costi e benefici, per conto nostro o chiedendo ad altri consigli e sostegno, ma tenendo sempre presente che la possibilità di sbagliare c’è, e che questo non è così grave. Bisogna anzi imparare a sbagliare, e poi imparare dagli sbagli. Anche perchè essere in grado di tollerare la frustrazione e il fallimento è competenza dell’individuo maturo.

Potresti leggere anche :

    Timidezza e disagio sociale: pro e contro Timidezza e disagio sociale: pro e contro
    Chi l’avrebbe mai detto che personaggi celebri come Claudia Cardinale, Albert Einstein e Woody Allen ne soffrivano. Quel senso di disagio, che provoca pallore o rossore, quella sensazione... 
    Essere sempre allegri: ecco perchè Essere sempre allegri: ecco perchè
    Abbiamo già parlato di come l’ansia e le preoccupazioni, possono influenzare negativamente l’umore, il grado d’azione e persino lo stato di salute di un individuo. Ma cosa... 
    La bugia è sempre deleteria? Riconosciamola La bugia è sempre deleteria? Riconosciamola
    La bugia. Un peccato veniale che colpisce prima o poi un pò tutti. Per l’artista Pio Rossi, “non esiste un’unica verità, ma un’infinita gamma di bugie”. Occorre... 
    Gli alleati contro la cellulite Gli alleati contro la cellulite
    La cellulite è un problema che riguarda la maggior parte delle donne. A provocarla può essere un’alternativa del microcircolo sanguigno che determina un accumulo di liquidi negli arti... 
    L’ amore ha una durata? La scienza dice di si, ma può essere per sempre L’ amore ha una durata? La scienza dice di si, ma può essere per sempre
    L’amore ha una scadenza naturale, oppure è e può essere “per sempre” ? Gli esperti dicono che ha una scadenza naturale, un termine, variabile a seconda della coppia e delle... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica