Evadere non è solo ricerca della libertà

L’erba del vicino è sempre più verde. Spesso è questo motto che incoraggia chi, stufo della routine quotidiana o dalle continue dispute di coppia, ha voglia di evadere. Si avverte un’urgenza a fuggire da qualcosa, da un legame che ha perso lo smalto che aveva e che è diventato troppo stretto. Alcuni cercano un cambiamento solo perchè sono vittima dei morsi dell’invidia della realizzazione e del successo altrui. Questo perchè guardando il proprio orticello non si può fare a meno di fare raffronti con quello altrui.

Spesso si ha la convinzione che i problemi e gli ostacoli che si incontrano nella propria vita, sono sempre più complicati rispetto a quelli che hanno da affrontare quelli che ci circondano, forse perchè loro rappresentano il ritratto della perfezione che ognuno di noi anela. Niente di più falso. Non è tutto oro infatti ciò che luccica. Quante pseudo famiglie che sono apparentemente unite e solide, ma che tra le mura domestiche si ignorano, conosciamo? Forse direttamente è difficile individuarle perchè sono molto scaltre e riscono a mimetizzarsi con sapienza.

Ma chi le vive più da vicino, per motivi di parentela o perchè abita nello stesso pianerollo, non può fare a meno di notare malumori, liti che cercano poi di essere camuffate da effusioni e sorrisi di plastica quando dalla dimensione privata si passa a quella pubblica. Altre volte la voglia di evadere è genuina; la ricerca diventa fondamentale per soddisfare il proprio bisogno di evolversi. Si avverte la necessità di vivere esperienze e di sperimentare, cercando di riafferrare una vita che negli anni è sfuggita dalle mani. Ci sono casi in cui poi la ricerca non rappresenta il fine ma il mezzo con cui si soddisfano le proprie esigenze. Prendiamo il caso del Playboy incallito: è l’accumulo di donne, considerate un pò come dei trofei da collezionare o di esperienze magari avventuruose di cui va a caccia e non della ricerca in sè.

Scriveva Willy Pasini nel suo libro “La qualità dei sentimenti”: -“le buone ricerche si possono realizzare sopra, dentro ed oltre”. C’è chi ricerca sopra di sè, spinto dall’evasione, come chi sogna di volare. Un sogno di pura indipendenza e libertà, idealista che va oltre la dimensione terrena. Ci sono poi gli archeologi, i subaquei, gli psicoanalisti che cercano dentro, ovvero che hanno bisogno di scavare a fondo, nel profondo per andare alla ricerca dei segreti e delle sensazioni più misteriose. Altri individui infine, avvertono il bisogno di andare oltre. Ma per afferrare il piacere assoluto, occorre sempre aggirare un ostacolo; pensiamo allo sciatore o allo scalatore ad esempio. Si tratta di persone che tendono a crearsi complicazioni (anche quando non ce ne sono di reali) per sentirsi più stimolati e motivati ad andare avanti.

Potresti leggere anche :

    Alimentazione corretta: la ricerca dice… Alimentazione corretta: la ricerca dice…
    Vivere bene vuol dire prima di tutto mangiare meglio. Questo significa che bisogna fare una dieta prestando attenzione alle quantità, ma anche alle varietà. Non c’è niente di cui dobbiamo... 
    L’innamoramento? Non è solo per i giovani L’innamoramento? Non è solo per i giovani
    Imprevedibile, inaspettato, incontrollato. Tanti sono i termini con cui si descrive l’innamoramento. Spesso però si crede erroneamente che sia una prerogativa destinata solo ai giovani,... 
    Quando lui vuole andare in vacanza da solo Quando lui vuole andare in vacanza da solo
    Addio all’idea della vacanza a due: pare proprio che stavolta lui sia orientato ad altro. Sicuramente la cosa più importante è capire il perchè di questo desiderio. Se vuole fare quel... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica