Dieta della Zuppa: dimagrire in leggerezza

La dieta delle zuppe si basa su un principio semplice. Nei primi tre giorni disintossica, poi introduce le proteine per dare sprint al metabolismo e obbligare l’organismo a utilizzare i grassi di deposito. Consigliata a chi deve perdere diversi chili (almeno 7-8) va seguita solo per brevi periodi e, in caso, ripetuta a distanza di tempo. Le zuppe sono il piatto base della dieta e vanno preparate utilizzando solo alcuni tipi di verdure. Vediamo quali sono e le sostituzioni consentite.

Ingredienti e sostituizioni
3 porri o 2 cipolle; mezzo cavolo verza (può essere sostituito da un broccolo o da 100 g di fagiolini); 200 g di spinaci o 200 g di bietole; sedano (o una carota); un pomodoro fresco da sugo (privato della buccia); un dado vegetale; spezie e aromi vari. La preparazione delle verdure deve essere grossolana. Occorre mettere in una pentola con il dado vegetale e coprire con acqua; far bollire per 10 minuti, quindi abbassare la fiamma e far cuocere lentamente per il tempo desiderato.

Lo scehma proposto non può essere seguito solo parzialmente: è infatti studiato su 7 giorni e funziona solo se viene rispettato per tutto il periodo previsto. Durante la dieta controllare il proprio peso la mattina del quarto giorno e quella dell’ottavo. Al quarto giorno si deve essere scesi di 2-3 chili, alla fine di 4-5. L’assenza o quasi di grassi e carboidrati, sostanze che favoriscono la regolarità intestinale, può provocare stipsi; per risolvere questo problema si consiglia di ricorrere alla crusca (3-4 compresse al giorno). In caso di gonfiori addominali, invece utilizzate i fermenti lattici.

Il programma
La dieta dura una settimana e fa perdere 4-5 chili. E’ possibile ripeterla più volte nel corso dell’anno. Non prevede alcun calcolo delle calorie: si basa sulla limitazione qualitativa e non quantitativa degli alimenti. Le verdure proposte possono essere condite con sale e limone o aceto (l’olio non è previsto). A colazione bevete un tè o un caffè, frutta escluse uva e banane (troppo caloriche) mentre per lo spuntino e la merenda andrà bene un succo di frutta o un tè.

A pranzo preparate una zuppa di verdure così come a cena ma questa volta da abbinare a frutta di stagione. Le zuppe andranno mangiate per i primi tre giorni abbinate a verdure grigliate e dal quarto giorno possiamo concederci un secondo diverso a pranzo (un latticino magro o del pesce) e la zuppa sarà riservata solo alla cena.

Il mantenimento
Dopo la dieta delle zuppe occorre reintrodurre i carboidrati e ricominciare a seguire un regime equilibrato. Si stabilizza così il peso raggiunto senza il rischio di ingrassare di nuovo. Il consiglio è comunque consumare piccole quantità di pane, pasta e riso, preferibilmente integrali. A colazione mangiamo uno yogurt magro o una tazza di latte scremato, caffè o tè non zuccherati; fette biscottate, biscotti secchi o pane tostato integrali.

Frutta fresca per lo spuntino e pasta o riso integrali (70 g) conditi conv erdure o pesce; verdure cotte o crude. A cena prepariamo una minestrina da abbinare a 150 g di carne (2 volte a settimana) o 180 g di pesce (2-3 volte a settimana) oppure 2 uova (una volta a settimana) oppure 100 g di legumi cotti a scelta; verdura cotta o cruda; un panino integrale.

Potresti leggere anche :

    La Dieta dell’Inconscio: dimagrire partendo dalla mente La Dieta dell’Inconscio: dimagrire partendo dalla mente
    Per dimagrire le abbiamo provate proprio tutte. Ma quante volte ripetiamo la frase: “che dieta devo seguire se nessuna mi soddisfa veramente?”. Spesso perdere peso è una questione... 
    Dieta Vegan: vantaggi e nostalgia della fettina Dieta Vegan: vantaggi e nostalgia della fettina
    Nei menù vegani non c’è posto per bistecche e fettine: è l’esclusione più classica e quella che più simboleggia la decisione di nutrirsi in modo “cruelty free”.... 
    La dieta durante l’adolescenza La dieta durante l’adolescenza
    Ad ogni età corrisponde una dieta su misura. In particolare durante l’adolescenza, periodo dell’età evolutiva in cui l’organismo compie il suo massimo accrescimento, è necessario... 
    Dieta dei tre giorni: facile e veloce Dieta dei tre giorni: facile e veloce
    Velocissima ed efficace. Una vera dieta lampo che consente di vedersi subito più snella e sentirsi più leggera. Drenante e depurativa dura solo tre giorni. E’ piuttosto severa ma consente... 
    La dieta in gravidanza , errori da non fare La dieta in gravidanza , errori da non fare
    Nella gravidanza uno dei primi pensieri va all’alimentazione e alla dieta da seguire. “Mangiare per due” è il consiglio che parenti e amici offrono a profusione confondendo... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica