Cure personalizzate in base al genere

Gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere. Questo titolo di un celebre saggio di qualche anno fa spiega benissimo le diversità fra l’universo maschile e quello femminile, due pianeti separati, ognuno con proprie caratteristiche. Fino a poco tempo fa, però queste differenze si riflettevano solo sul modo di concepire l’amore, la famiglia e il lavoro, trascurando un aspetto fondamentale: la malattia. Uomini e donne si ammalano nello stesso modo? E le cure devono essere uguali per tutti e due i sessi?

Questione di genere
A queste domande cerca di trovare risposte la medicina di genere, una filosofia abbastanza recente che non prende in considerazione solo la malattia, ma soprattutto chi ne è stato colpito. Obiettivo principale è quello di riconoscere le differenze fra uomini e donne, considerando più aspetti, come le diverse anatomie, ma anche lo stile di vita e le pressioni sociali e psicologiche a cui si è sottoposti. Lo scopo è quello di garantire un trattamento medico davvero efficiace.

Un modello di riferimento maschile
“Fino ad oggi le cure in particolare quelle farmacologiche, si sono basate unicamente su un modello maschile di riferimento: un uomo di età media (circa 35-40 anni), peso medio 70 kg e di origine caucasica”, precisa la dottoressa Flavia Franconi, docente di Farmacologia presso l’Università di Sassari e presidente del Gruppo italiano salute e genere. “Su questo prototipo sono state calcolate tutte le formule per stabilire quanti e quali farmaci curano questa o quella malattia. Ma così si dimentica un principio fondamentale, ovvero che uomini e donne sono differenti già dalla nascita. Il metabolismo è completamente diverso, così come il corpo. E’ stato stimato che in media un uomo è più alto di 10 centimetri e pesa 10 chili in più rispetto a una donna”.

Allo stesso modo, diversa è la reazione alle stesse malattie. “Il diabete, ad esempio, ha gli stessi sintomi nei due sessi, ma nel suo sviluppo le donne diabetiche vanno più facilmente incontro a disturbi cardiovascolari. Mentre la sintomatologia dell’infarto è diversa nella donna rispetto all’uomo. E ancora: gli uomini sono più colpiti da infarto e ictus, ma il decorso per loro è più favorevole. Bisogna considerare, quindi, ogni singolo aspetto nella cura”.

Il Ministero della Salute ha commissionato uno studio “La salute delle donne: un diritto in costruzione” per fare il punto della situazione. E’ così emerso che l’8,3% delle italiane ha un cattivo stato di salute, contro il 5,3% degli uomini. Le malattie a cui sono più soggette rispetto agli uomini sono le allergie, il diabete, la cataratta, l’ipertensione arteriosa, le patologie dela tiroide, artrosi e artrite, osteoporosi, cefalea ed emicrania. Un discorso a parte meritano depressione e ansia.

Le donne ne soffrono maggiormente non solo a causa di una predisposizione genetica o della fluttuazione degli ormoni ma anche per il ruolo sociale che rivestono, le responsabilità e il carico di lavoro in ufficio, a casa e con i figli.

 C’è poi un dato significativo: le italiane, pur vivendo più a lungo, si ammalano maggiormente. E anche i dati sulla longevità stanno peggiorando. “Sono cambiate le abitudini, le donne hanno cominciato a fumare di più, a bere superalcolici, mentre in passato avevano uno stile di vita più sano che faceva sì che vivessero più a lungo degli uomini”, prosegue la dottoressa Franconi.

Potresti leggere anche :

    La scelta dell’abbigliamento: regole base La scelta dell’abbigliamento: regole base
    Quando si sceglie di indossare un indumento piuttosto che un altro, bisogna valutare una serie di elementi, come la fisicità e la personalità. Non sempre infatti un capo alla moda si adegua... 
    Base Make-Up semplice e adatta a tutte Base Make-Up semplice e adatta a tutte
    Per realizzare un trucco accurato che riesca a valorizzare i punti chiave del vostro viso, il primo passo da fare è quello di creare una base appropriata. Selezionando i prodotti adatti al... 
    La surgelazione degli alimenti: le regole base La surgelazione degli alimenti: le regole base
    La surgelazione è diventata oggi un sistema molto pratico per conservare frutta, verdura, carni, pesci, selvaggina e preparazioni culinarie crude o già cotte. Ecco qualche suggerimento per... 
    Bambini obesi : rischi , prevenzione e cure Bambini obesi : rischi , prevenzione e cure
    Il problema dell’ obesità ormai è stata definita come una nuova “epidemia” visto che, secondo i calcoli del European Health report, ad esserne afflitti sono oltre 300 milioni... 
    L’alopecia femminile dalle cause alle cure, si può guarire L’alopecia femminile dalle cause alle cure, si può guarire
    Sono 11 milioni gli italiani che soffrono di caduta precoce di capelli, o perlomeno del diradamento degli stessi, e circa la metà sono rappresentate da donne. Mentre nell’uomo la calvizie... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica