Allattamento: qualche dritta fondamentale

La donna che allatta deve condurre una vita tranquilla, ma non sedentaria; sono consigliate passeggiate brevi e frequenti, e almeno sei ore ininterrotte di riposo notturno. Inoltre deve osservare un’accurata igiene personale, con particolare attenzione ai capezzoli, che richiedono lavaggi con acqua e detergente o appositi disinfettanti, prima e dopo ogni poppata. In questo periodo è indispensabile anche una particolare igiene orale, perchè è frequente l’insorgenza di carie dentarie.

Il latte è un prodotto di filtrazione del sangue materno e in esso possono essere secrete, in quantità variabile, molte sostanze inegerite o utilizzate dalla madre. Per questo motivo, le sigarette, da alcuni esperti tollerate in numero minore in gravidanza, sono da evitare e ciò vale anche per gli alcolici e le bevande eccitanti. Occorre sempre consultare il medico per l’assunzione di qualsiasi medicinale, anche blando, al fine di evitare possibili effetti secondari sul neonato.

Poichè la donna che allatta soffre frequentemente di stitichezza, gli esperti consigliano l’utilizzo di supposte di glicerina o di lassativi a base di cellulosa o mucillagini vegetali, mentre sono da evitare tutti gli altri lassativi per la loro possibile azione sul lattante. In alcuni casi è sconsigliato, o impossibile, l’allattamento naturale a causa di particolari situazioni, temporanee e permanenti, riguardanti la madre o il bambino. In caso di sospensione temporanea, il latte deve essere ugualmente estratto con un tiralatte, al fine di evitare il blocco della lattazione; nel caso sia utilizzabile, esso deve essere somministrato al bambino con il cucchiaino poichè il biberon, non richiedendo alcuno sforzo per la suzione, provocherà nel lattante un rifiuto alla ripresa dell’allattamento naturale.

Potresti leggere anche :

    Riordinare l’armadio: qualche consiglio Riordinare l’armadio: qualche consiglio
    Anche se il freddo continua a non darci tregua, a consolarci c’è il pensiero che tra qualche settimana apriremo le porte alla primavera che verrà finalmente a ristorarci. Ed è quindi... 
    L’alimentazione del bambino ammalato L’alimentazione del bambino ammalato
    Durante il periodo dello svezzamento, il bambino si può ammalare (disturbi gastrointestinali o stati febbrili) e in questi casi l’alimentazione dovrà subire un brusco cambiamento. Nel... 
    La camera del bambino? Ecco come deve essere La camera del bambino? Ecco come deve essere
    Il bambino durante la prima infanzia dipende completamente dagli adulti, ed è perciò necessario che la sua camera sia attigua a quella dei genitori, in modo da consentire un costante rapporto... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica