Acido ialuronico Mon Amour

L’acido ialuronico è uno dei principali elementi del tessuto connettivo e svolge il compito fondamentale di mantenere il giusto grado di idratazione e quindi il turgore e l’elasticità della pelle. Si tratta infatti di una molecola zuccherina che si comporta come una spugna, assorbendo e trattenendo acqua fino al 70% del suo peso, caratteristica che spiega il suo forte effetto idratante. Le molecole di acido ialuronico, inoltre, si associano tra di loro formando una rete che riempie gli spazi tra le fibre di collagene creando un’impalcatura di sostegno capace di prevenire i cedimenti.

La quantità di acido ialuronico presente nella pelle tende però con il tempo a diminuire, diventando meno della metà attorno ai cinquant’anni e addirittura un quarto dopo i sessanta. Con il risultato di un’epidermide che si inaridisce, si svuota, perde elasticità e si segna con rughe sempre più marcate.

Ripristinare la giusta quantità di acido ialuronico nella cute aiuta quindi a ritrovare un aspetto più giovane. Non a caso cosmetica e medicina estetica utilizzano questo prezioso acido, sia pur con modalità diverse, con l’unica finalità di restituire freschezza alla pelle, armonia al viso e al corpo. L’acido ialuronico entra da tempo nella formulazione dei trattamenti cosmetici. Come spesso succede in cosmetica, l’impiego di una molecola richiede un notevole impegno a livello formulativo. Nel caso dell’acido ialuronico la sfida dei ricercatori è stata quella di farlo penetrare nella pelle fino agli strati più profondi.

Questo è stato possibile intervenendo sulla sua stessa struttura: se prima infatti veniva usato solo acido ialuronico con un altissimo peso molecolare capace di lavorare solo in superficie, oggi sono state messe a punto molecole di ialuronico con un medio e un basso peso molecolare che riescono a penetrare fin nel cuore della pelle. Alcune formulazioni cosmetiche più innovative utilizzano l’acido ialuronico nelle sue tre versioni, in modo da raggiungere tutti gli strati cutanei. Se in profondità lo ialuronico rafforza l’impalcatura di sostegno della cute, in superficie si gonfia d’acqua assicurando un immediato effetto filler.

Potresti leggere anche :

    Peeling con acido glicolico: cose da sapere Peeling con acido glicolico: cose da sapere
    Gli effetti degli alfaidrossiacidi sulla nostra pelle erano conosciuti anche nell’antichità. Cleopatra utilizzava il latte d’asina per illuminare e distendere la pelle così come... 
    Medicina o chirurgia estetica? Una scelta importante Medicina o chirurgia estetica? Una scelta importante
    Ogni mattina, guardandoci allo specchio dobbiamo fare i conti con lui e il verdetto è spesso inesorabile. Parliamo del viso e in particolar modo degli occhi, che rappresentano anche il nostro... 
    Un riempitivo multiuso: l’acido ialuronico Un riempitivo multiuso: l’acido ialuronico
    L’acido ialuronico, sostanza presente naturalmente nel tessuto connettivo dell’organismo, che viene utilizzata per compensare la perdita di volume di alcune aree del viso, può avere... 
    Eyelier e matite mon amour Eyelier e matite mon amour
    Eyeliner o matita questo è il problema. E invece no, perchè queste due tecniche per tratteggiare e definire lo sguardo, possono essere utilizzate entrambe a seconda delle occasioni e delle... 
    Rimodellare le labbra con fillers e lipofilling Rimodellare le labbra con fillers e lipofilling
    Se sognate labbra perfettamente modellate , e magari avete messo in conto un piccolo intervento di chirurgia estetica, non dovete far altro che pensare ai Fillers o al Lipofilling. Con queste... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica