Genitori e sentimenti: amore latino e amore glaciale

Spesso è analizzando la persona di chi ci si innamora che è possibile stabilire le nostre radici, quelli che hanno condizionato il nostro processo di maturazione. L’amore latino, quello che lega in maniera indissolubile il figlio o la figlia alla propria madre, è un vincolo forte, caratterizzato da reciproca dipendenza. Talvolta c’è la voglia di rendersi autonomi, ma il rapporto è così intimo che si ritorna sempre nel nido del quale non si riesce proprio a fare a meno.

Ecco che da adulti questi uomini e queste donne cercheranno di trovare un partner affine, ci proveranno ma il più delle volte molleranno la presa, perchè il paragone con il proprio genitore non reggerà mai il confronto con un partner che che risulterà sempre carente e imperfetto. Lo stesso tipo di rapporto è possibile stabilire anche con il proprio padre. Spesso si tratta di uomini carismatici, seduttivi che domanati dall’egocentrismo e dalla competizione, tenderanno sempre a sminuire i partner della figlia.

Abbiamo di fronte persone che tendono a manipolare e a plagiare; con il loro fascino e il loro potere le provano tutte per tenere legate le figlie a filo doppio con loro. Già a partire dall’addolescenza queste ragazze tenderanno a vivere in perenne competizione con le loro amiche, coltivando la convinzione che possano risultare un pericolo e portargli via il padre. Più in là cercheranno di scegliere un partner che risponda più alle aspettative del proprio padre che alle proprie esigenze. Ecco perchè spesso si legano a uomini più grandi, perchè i coetanei sembrano sempre poco concreti e immaturi.

Esistono poi situazioni inverse ascritte al cosiddetto amore glaciale,  in cui i genitori o sono assenti o non dimostrano abbastanza affetto nei confronti dei figli. In tal caso, si sviluppa il senso dell’abbandono e un’insicurezza cronica che rende complicato incontrare il vero amore. Spesso si confondono queste situazioni con il bisogno di indipendenza; il fatto che i genitori lavorino troppo e non si dedichino abbastanza ai figli, lasciati spesso da soli a sbrigare faccende domestiche o burocratiche inerenti il contesto familiare viene percepito come un momento educativo per dar modo ai figli di crescere e rendersi autonomi.

E invece questi addolescenti lasciati spesso da soli, e costretti a mangiare in momenti della giornata diversi da quelli in cui lo fanno i loro genitori, senza condividere nemmeno la gioia di riunirsi insieme a tavola, crescono senza sviluppare l’attaccamento. Non imparano ad amare nel modo giusto. Ecco perchè più in là si ritrovano a sviluppare rapporti in cui non si danno completamente o in cui sono diffidenti del partner anche quando lo conoscono da molto tempo. Spesso invece, si andrà alla ricerca ossessiva dell’amore, una bulimia d’affetto che non si è ricevuto durante l’infanzia, per riscattare quel senso di abbandono che scalcia ancora nell’inconscio.

Da qui la tendenza di molte donne a voler salvare il peggiore delle canaglie, allo scopo di redimerlo anche se le tratta male. Nella convinzione che quell’atteggiamento tutto sommato è meritato, visto che da piccole se non hanno mai ricevuto affetto, potrebbe essere loro responsabilità.

Potresti leggere anche :

    Genitori e Figli: quale modello educativo? Genitori e Figli: quale modello educativo?
    Quante volte capita che un padre o una madre si colpevolizzano e non riescono a comprendere perchè il figlio prediletto, non segue i suoi consigli incanalandosi in una direzione che non lo... 
    Genitori che si separano: i figli al 1° posto Genitori che si separano: i figli al 1° posto
    Quando una coppia sceglie di separarsi il primo pensiero deve essere rivolto ai figli che osservano e valutano con una perspicacia e un’attenzione che spesso sottovalutiamo. I figli a... 
    Amore e coppia: i genitori e il loro ruolo Amore e coppia: i genitori e il loro ruolo
    Parlare d’amore per molti equivale a catalogarlo secondo schemi ideali piuttosto semplicistici. Capita spesso che i genitori cerchino di intervenire senza discrezione, esprimendo giudizi... 
    L’ amore ha una durata? La scienza dice di si, ma può essere per sempre L’ amore ha una durata? La scienza dice di si, ma può essere per sempre
    L’amore ha una scadenza naturale, oppure è e può essere “per sempre” ? Gli esperti dicono che ha una scadenza naturale, un termine, variabile a seconda della coppia e delle... 
    In amore sai riconoscere se è la persona giusta per te? In amore sai riconoscere se è la persona giusta per te?
    Soprattutto nella prima fase di innamoramento si hanno molte certezze, tante, forse troppe. Con il passare del tempo mentre il rapporto di coppia si consolida, sorgono domande e dubbi se il nostro... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica