La coppia e l’altalena dei ruoli: le novità

La società post-industriale ci propone una coppia caratterizzata da nuove esigenze e ruoli invertiti e sovrapposti. Prima era il partner ad avere la necessità di adagiarsi sulla sua donna, a beneficio della sua carriera e della sua vita pubblica. Alla donna veniva solo di rado riconosciuto il ruolo di tutrice del focolare domestico, perchè spesso era minimizzato o dato semplicemente per scontato. Ritornando a casa l’uomo protiettato verso una carriera brillante e in ascesa, doveva ritrovare tutto in ordine, in modo da non essere costretto a sforzarsi più di tanto dispendendo energie che l’indomani sarebbero risultate preziose per impegnarsi nel suo lavoro.

Questo scenario non è del tutto scomparso, eppure con la discesa in campo delle donne in carriera -manager, ministre, direttrici e interpreti di ruoli di responsabilità- la situazione ha subito una grande metamorfosi, anche se non si è completamente ribaltata. In questo nuovo orizzonte di vita, le donne chiedono molto di più. Preferiscono alla sana competizione col partner, la sua cooperzione che è reclamata con forza e determinazione.

In genere destinano la competizione agli uomini che incrociano in ambito pubblico e nel contesto professionale, per scavalcare all’insegna della rivincita di genere, chi non avrebbe mai lontanamente immaginato di essere surclassato da un collega in gonnella. Questo tipo di donna è meno dipendente, si occupa attivamente dei figli, anche se tende a procrastinare la maternità. Cosa deve fare allora l’uomo? Non essere di intralcio, deve collaborare mostrandosi propositivo e supportivo.

Rispetto ai tratti tradizionali previsti dal modello classico, il maschio adesso deve chiudere la porta e lasciarsi alle spalle i modelli passati che lo dipingevano come “quello che porta i pantaloni”. Cestinarli e mostrarsi autonomo anche nelle faccende domestiche, tollerante, paziente e comprensivo, facendo sue quelle caratteristiche che prima erano ritenute esclusiva del mondo femminile. E se non esiste un uomo che risponda a tale identikit (sono rari gli esemplari pocanzi descritti), cosa fa la donna? Preferisce farne a meno scegliendo di perseguire solo la carriera ritagliandosi momenti fatti di puro svago e divertimento. Al massimo si concede qualche flirt senza alcuna implicazione sentimentale che possa protrarsi nel tempo.

Ci siamo dunque ormai lasciati alle spalle il prototipo di donna che giunta alla soglia dei fatidici 30, spinta dalle convenzioni familiari e sociali, si “accontenta” del primo venuto, pur di approdare all’altare. Si respira aria di rinnovamento, persino nelle piccole province del Sud, dove se una donna over 25 non era almeno fidanzata, era etichettata con sprezzo come la “zitella” del paese. Di recente sono aumentate le convivenze e sono sempre più numerosi i bambini che nascono al di fuori del matrimonio anche nei piccoli centri del Meridione. Inoltre registrano un netto aumento il numero dei single che vivono da soli e delle donne che preferiscono anteporre lo studio e il lavoro, alla prospettiva di metter su famiglia.

Come trovare allora un equilibrio tra i ruoli?  Il narcisismo maschile deve optare per scelte innovative, per rimanere a galla debordando in spazi che prima erano occupati solo dalle donne. La donna dal canto suo, non deve cadere nel tranello che cooperazione equivale a sottomissione. Il patto di solidarietà nel quale la disponibilità reciproca può essere la grande risorsa per una buona relazione, resta sempre una regola imprenscindibile per una coppia che vuole salvarsi nel tempo.

Potresti leggere anche :

    Viaggio tra i social network: le novità Viaggio tra i social network: le novità
    Immaginate un mondo dove un semplice click potete scegliervi gli amici in base ai vostri interessi, dialogare con chi è appassionato di lettura, giardinaggio, sport o, perchè no, ha un’insospettabile... 
    Novità e tendenza della chirurgia estetica Novità e tendenza della chirurgia estetica
    Ricorrere al chirurgo estetico è diventato un fatto normale. Non si tratta più di uno status riservato a pochi “eletti” ma di una consuetudine comune sempre a più persone. Una... 
    Coppia e aggressività: dove incanalarla? Coppia e aggressività: dove incanalarla?
    Riacciuffare i propri diritti e riaffermare il proprio ruolo, ha spesso generato nella donna del nuovo millennio un’aggressività che prima le era completamente estranea. Ma da cosa deriva... 
    Coppia: i linguaggi che si scontrano Coppia: i linguaggi che si scontrano
    I tempi sono cambiati e anche le forme di comunicazione all’interno della coppia lo sono. In passato, ciò che un partner diceva all’altro era spesso imperativo, aspro e per questo... 
    Infedeltà nella coppia, il ruolo femminile Infedeltà nella coppia, il ruolo femminile
    L’infedeltà nella coppia, ormai è noto, non è solo al maschile , ma è tinto anche di rosa. Fondamentalmente siamo tutti contrari, tutti pronti ad affermare che l’amore vero non... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica