Crampi: quello che si deve sapere

Un dolore inaspettato, intenso che sembra logorarci il piede piuttosto che il polpaccio. I crampi, che colpiscono improvvisamente i muscoli soprattutto durante periodi singolari come la gravidanza, si possono presentare a qualunque età e a prescindere dallo stile di vita che si assume. Anche se non esiste una vera e propria ereditarietà, ci sono persone che senza una causa apparente sono più predisposte. n situazioni cliniche particolari (diabete, arteropatia, gravidanza) l’insorgenza dei crampi è più frequente, soprattutto neo soggetti che soffrono di insufficienza venosa o con problemi di varici.

Certamente sporadici di crampi notturni possono capitare a chiunque, senza che esista una patologia particolare o ci sia un motivo preciso. A volte bisogna ricercare le cause nelle abitudini quotidiane o negli eventi del giorno precedente. Se una persona svolge un’intensa attività fisica e non beve in abbondanza, quindi non reintegra i sali persi, è più probabile che durante il sonno accusi un crampo.

Anche passare troppo tempo seduti è controproducente perchè si può ripercuotere sulla circolazione sanguigna delle gambe. Secondo gli specialisti i crampi possono essere un campanello d’allarme per malattie vascolari. Attualmente circa il 25-30% della popolazione adulta soffre di varici alle gambe, in particolare le donne. E le varici sono una delle cause più frequenti legate ai crampi. Nei casi di insufficienza venosa, infatti, il sangue circola male, ristagna nelle gambe e il passaggio degli elettroliti dal sangue ai muscoli è alterato.

Consigli e rimedi
Le conseguenze sono, oltre ai classici gonfiore, pesantezza e dolore alle gambe, proprio i crampi. Spesso è colpa della vena safena che non funziona adeguatamente e provoca problemi di reflusso nelle vene superfficiali, facendole dilatare. Quindi, per prima cosa, è importante fare un controllo attraverso una visita flebologica e un ecodopler venoso e, se necessario, intervenire con trattamenti specifici. Se si presentano molto spesso, sarebbe bene rivolgersi ad uno specialista perchè potrebbe anche trattarsi di “Sleep-related cramps”, una sindrome che manda fuori controllo la soglia di eccitabilità delle fibre provocando continui crampi, proprio quando il corpo si rilassa. Per poterla diagnosticare è necessario un esame nevrologico. In ogni caso esistono farmaci specifici che aiutano a mantenere i sintomi sotto controllo.

Dal punto di vista alimentare per contrastare i crampi, la banana è un vero toccasana perchè è ricca di potassio, sodio e in più contiene sostanze che contribuiscono a migliorare il tono venoso. Ma ci sono tanti alimenti altrettanto validi come: frutta secca, albicocche, legumi, spinaci, asparagi, patate, riso, creali, da consumare regolarmente. Inoltre è fondamentale muoversi e fare stretching. Allungare i tessuti muscolari in modo dolce e graduale migliora la circolazione e aiuta a prevenire o ridurre le tensioni muscolari.

Potresti leggere anche :

    Cellulite: tutto quello che dobbiamo sapere Cellulite: tutto quello che dobbiamo sapere
    Sono 14 i milioni di donne che ne soffrono in Italia. E’ un fenomeno che colpisce in maniera trasversale e non risparmia proprio nessuno stando alle statistiche; l’ 80% infatti,... 
    Tutto quello che volete sapere sul…Fard Tutto quello che volete sapere sul…Fard
    Deve riprodurre, donando un finish naturale, quel colorito rossiccio che spunta sulle guance in momenti particolari della giornata. Quando ci accaldiamo, dopo lo jogging ad esempio, oppure quando... 
    L’Orto di casa e di città: cosa dovete sapere L’Orto di casa e di città: cosa dovete sapere
    Dai balconi ai giardini fino all’orto sotto casa. E’ sempre più facile trovare nelle nostre città degli orti ma anche sui balconi soprattutto se sopraelevati. I vantaggi di questi... 
    Cellulite: cosa dobbiamo sapere Cellulite: cosa dobbiamo sapere
    E’ un problema che affligge soprattutto le donne che le escogitano davvero tutte per combatterla. Parliamo ovviamente della cellulite, inestetismo che riguarda la cattiva circolazione... 
    La camera del bambino? Ecco come deve essere La camera del bambino? Ecco come deve essere
    Il bambino durante la prima infanzia dipende completamente dagli adulti, ed è perciò necessario che la sua camera sia attigua a quella dei genitori, in modo da consentire un costante rapporto... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica