La pelle del viso? Va riconosciuta

Per scegliere i prodotti adeguati per prendersi cura al meglio della propria pelle bisogna saperla riconoscere. A volte non riusciamo a renderci conto del tipo di epidemide che abbiamo. Forse perchè le sue caratteristiche oscillano, a seconda del periodo dell’anno considerato (estate, inverno, periodo sereno o stressante) oppure perchè la cute si presenza diversamente a seconda delle aree prese in esame ( ad es. la zona t risulta sempre più grassa rispetto alle altre altre).

Per avere sempre una pelle idratata a fondo, levigata e luminosa è essenziale scegliere prodotti che siano consoni alle sue caratteristiche altrimenti corriamo il rischio di rovinarla e, se abbiamo disagi come ad esempio acne e couperose, finiamo solo per peggiorare la situazione.

Ecco perchè ancor prima di recarci in farmacia o profumeria, dobbiamo capire fino in fondo che tipo di pelle abbiamo: secca, mista o grassa? Sono tre i fattori che rendono un tipo di pelle differente da un altro: l’acqua che deve sempre essere presente in giuste quantità perchè se manca, l’epidermide comincia a risultare arida e priva di compattezza, invecchiando molto più in fretta; i lipidi o grassi, che nutrono a fondo garantendo una pelle morbida e idratata ma non ne devono essere presenti in grandi quantità, altrimenti ci troviamo di fronte a una pelle grassa che tende ad ungersi in fretta; il grado si sensibilità, che dipende dalla reazione che ha la pelle di fronte all’aggressione di agenti esterni come freddo e smog.

Facciamo un piccolo test semplice e rapido per capire subito di “che pelle siamo”. Passiamo sul viso un fazzoletto di carta, se riscontriamo sul fazzoletto la presenza di sebo, vuol dire che abbiamo una pelle grassa o mista. Quando invece la pelle al tatto risulta arida e priva di compattezza, con la presenza di rossori evidenti in più aree, soprattutto sulle guance e sulle mascelle, vuol dire che abbiamo una pelle secca e sensibile, che va protetta e nutrita più a fondo. In genere le pelle grasse sono una prerogativa delle giovanissime, che devono utilizzare prodotti sebo regolatori, che garantiscano cioè un maggiore equilibrio nella produzione del sebo, evitando che l’epidermide si lucidi in fretta.

E’ più secca invece la pelle matura, che vede spesso anche la presenza di macchie e segni del tempo. In tal caso invece occorre curarla utilizzando sieri antiage, contorno occhi ristrutturanti, e creme da giorno e da notte, dalla texture molto più corposa e grassa, in modo da nutrirla e dissetarla a fondo cercando di spianare le rughe e di donare un aspetto più levigato e giovanile.

Potresti leggere anche :

    Creme viso: come sceglierle nel modo giusto Creme viso: come sceglierle nel modo giusto
    Girando tra gli scaffali di supermarket e profumerie, non possiamo non notare quanto siano numerose, colorate, rivestite da packaging più o meno allettanti e dispensatrici di promesse, che... 
    Di che pelle siamo? Curiamola insieme Di che pelle siamo? Curiamola insieme
    Prima di individuare quali modalità utilizzare per curare e migliorare la pelle, bisogna prima capire a quale tipologia apparteniamo. Partendo dal presupposto che la massima efficacia di un... 
    Pelle più elastica e idratata dopo le vacanze Pelle più elastica e idratata dopo le vacanze
    Quando terminano le vacanze il tono della pelle e la sua grana ci sembrnao visibilmente migliorati. Ma tutto ciò non è solo merito della tintarella perchè chi è stato in spiaggia deve ringraziare... 
    Pelle e idratazione: come garantirla e preservarla Pelle e idratazione: come garantirla e preservarla
    La pelle appare secca ed opaca quando i suoi strati superficiali non hanno un buon grado di idratazione. Accade spesso quando la cute è a contatto con il vento oppure quando passiamo bruscamente da... 
    Il fondotinta per uniformare ogni tipo di pelle Il fondotinta per uniformare ogni tipo di pelle
    Per ottenere una base make-up omogenea e duratura usare un buon fondotinta è fondamentale. Il fondotinta va steso dopo aver idratato la pelle del viso con una crema da giorno, che prefereribilmente... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica