La dieta durante l’adolescenza

Ad ogni età corrisponde una dieta su misura. In particolare durante l’adolescenza, periodo dell’età evolutiva in cui l’organismo compie il suo massimo accrescimento, è necessario che si instaurino le condizioni essenziali affinchè si svolgano serenamente i fenomeni fisiologici previsti. A partire dall’età di 12 anni, il fabbisogno calorico e in principi nutritivi non è lo stesso per maschi e femmine, poichè i due organismi vengono a diversificarsi in modo sostanziale.

Per i ragazzi di 18 anni è prevista l’altezza di circa 172 cm, peso di 61 chili, metabolismo basale di 42 calorie e un fabbisogno calorico quotidiano di curca 3.300-3.400 calorie. Per le ragazze di 18 anni è prevista l’altezza di 1.66, peso 54 chili, metabolismo basale pari a 37 calorie, fabbisogno calorico giornaliero pari a circa 2.300-2.400 calorie.

In entrambi i casi si tratta di una dieta di accrescimento, che deve provvedere ad apportare le dovute quantità di sostanze proteiche e precisamente : 85 grammi per i ragazzi e 58 grammi per le ragazze. I grassi sono richiesti in quantità comprese tra 60 e 70 grammi per i ragazzi e da 40 a 45 grami per le ragazze. E’ sempre valido il consiglio di consumare sia grassi di origine animale che vegetale, con leggere preferenza verso questi ultimi, perchè più digeribili specialmente se crudi.

Le richieste energetiche sono coperte soprattutto dai glucidi infatti questo tipo di dieta ne prevede un apporto di circa 600 grammi per i ragazzi e di circa 400 grammi per le ragazze. Inoltre il fabbisogno energetico dipende anche dal tipo di attività che svolgono gli adolescenti. Le calorie saranno più contenute se i ragazzi conducono una vita sedentaria mentre se praticano sport o se sono impegnati in un’attività lavorativa, le richieste tendono a salire.

Ovviamente anche in questa dieta non potranno mancare nè frutta, nè verdura alimenti apportatori di principi protettivi. Nella dieta dei bambini aveva importanza soprattutto l’apporto in calcio, così come anche per l’adolescente è fondamentale introdurne per il regolare sviluppo del tessuto osseo, ma l’attenzione stavolta si sposta sull’apporto di sali di ferro, poichè il fabbisogno è elevato rispetto alle altre età. I ragazzi a questa età svolgono in genere allenamenti e competizioni sportive, che rischiedono una dieta ricca di carboidrati, infatti la contrazione muscolare avviene proprio dopo la loro combustione.

Potresti leggere anche :

    Dieta Mediterranea: ma quanto è preziosa? Dieta Mediterranea: ma quanto è preziosa?
    La tradizione alimentare mediterranea ha preso piede a partire dagli anni Settanta, quando cioè ci si è resi conto che numerose malattie e disturbi prevalenti nelle moderne società progredite... 
    Alimentazione materna: dieta ricca e variegata Alimentazione materna: dieta ricca e variegata
    La composizione del latte umano è più variabile di quanto si creda, e la dieta è il principale fattore che ne determina i costituenti, sia come qualità che come quantità. Nella donna che... 
    Memoria e dieta: no alle calorie in eccesso Memoria e dieta: no alle calorie in eccesso
    La salsa sull’arrosto, il cornetto con il cappuccini, un pezzetto di cioccolata. Chi non ha mai ceduto alle piccole tentazioni a tavola? Eppure bisognerebbe fare attenzione. Non solo per... 
    Diabete sintomi e dieta : cos’è? Diabete sintomi e dieta : cos’è?
    Per capire esattamente cosa sia il diabete , occorre risalire ad un ormone particolare, prodotto dal pancreas, l’insulina. Questo ormone consente al glucosio veicolato dal sangue di entrare... 
    La dieta in gravidanza , errori da non fare La dieta in gravidanza , errori da non fare
    Nella gravidanza uno dei primi pensieri va all’alimentazione e alla dieta da seguire. “Mangiare per due” è il consiglio che parenti e amici offrono a profusione confondendo... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica