La camomilla e le sue tante varietà

Matricaria romana, tintoria, selvatica, del Capo e del Marocco, perfino bastarda. Le varietà di camomilla sono davvero tante e con proprietà talvolta inaspettate. Berne una tazza prima di andare a dormire per favorire una notte tranquilla non è l’unico uso raccomandato. E, fonse, nemmeno il più efficace. Come suggeriscono studi fitoterapici approfonditi, è il momento di non considerarla più solo un rimedio antico, blando e confortante.

La varietà più conosciuta è la camomilla comune o matricaria, da matrix, che significa matrice ma anche utero, a sottolineare che una delle sue più spiccate proprietà è quella di contrastare i disturbi mestruali. Grazie a sostanze attive chiamate lattoni, agisce infatti sui dolori. La camomilla romana, dai fiori grandi e profumati, è indicata per risolvere le difficoltà digestive, dai disturbi della motilità dello stomaco al senso di pesantezza post-prandiale, alla nausea.

L’estratto standardizzato e titolato è usato per prevenire e curare disfunzioni del tratto digestivo, come la gastrite o la colite e perfino l’ulcera. Oltre alla matricaria e alla romana, esistono altri tipi di camomilla. Per esempio, la selvatica, ricca di cumarina, una sostanza anche questa utile per contrastare i disturbi digestivi. La camomilla gialla o tintoria è invece quella che contiene più azulene, un principio attivo dalle proprietà lenitive e rinfrescanti, indicato in caso di rossori e pruriti. La bastarda, con i suoi tannini, è la più efficace per dare riflessi biondi ai capelli.

Meno conosciute, invece, sono la camomilla del Capo e quella del Marocco, dal sapore gradevole e con effetto antinausea. Tutti questi tipi di camomilla si possono acquistare in erboristeria. Per prepararare i rimedi desiderati, dalle tisane agli impacchi, alle creme, si utilizzano i fiori (capolini), l’olio essenziale e l’estratto secco.

Potresti leggere anche :

    Il basilico: proprietà e impieghi Il basilico: proprietà e impieghi
    Il suo profumo, dolce e speziato, è uno dei più apprezzati e conosciuti al mondo. L’Ocimum basilicum, detta anche arancio del ciabattino, meglio nota come Basilico, è una pianta che... 
    Regole del Make-Up: le variabili sono tante Regole del Make-Up: le variabili sono tante
    Il make-up può completare un look o dare un tocco in più a una mise che già di per sè, riesce a calamitare tutti gli sguardi su di sè. Ma deve essere ben assortito rispetto a diverse variabili... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica