Tutto sulle occhiaie e sui correttori

Svegliarsi al mattino e specchiandosi, notare il viso tempestato da imperfezioni, non ci fa cominciare la giornata proprio col piede giusto. Quello delle occhiaie è un problema che affligge un pò tutte le donne ed è per questo che oggi parliamo ancora una volta di correttori, del loro uso, degli applicatori da utilizzare per stenderli e delle modalità con cui vanno utilizzati. Ma quali sono le cause che determinano la comparsa delle occhiaie? Possono essere fondamentalmente di tre titpi: congenite, ereditarie o transitorie. Quest’ultimo caso è quello meno preoccupante perchè si tratta di imperfezioni che hanno carattere momentaneo.

Possono essere legate al periodo di stress o dall’alimentazione che proprio in quel momento stiamo trascurando e così via. Nel giro di poco tempo, quando avremo superato i momenti bui e regolato l’alimentazione queste imperfezioni tendono a dissolversi. Ciò non avviene quando la loro origine è di carattere ereditario ed è d’obbligo adottare un sistema per camuffarle in modo adatto. Se invece abbiamo problemi di salute che abbiamo sempre ignorato, ma che annoverano tra i sintomi proprio la comparsa di occhiaie profonde, sarebbe meglio rivolgersi al medico e sottoporsi a un chek-up completo. Potrebbero derivare da problemi epatici o gastro-intestinali che se risolti, possono andare via.

Vediamo adesso come va applicato il correttore. Partendo dalla zona interna dell’occhio, lo sfumiamo con un pennello specific, preferibilmente piatto dalle setole semi-rigide ma senza strofinare troppo, soprattutto se avete una pelle matura e segnata da rughette.  Quando applichiamo il correttore in polvere invece, meglio usare un pennello più ampio e arrotondato affinchè le polveri non si disperdano depositandosi nella zona da trattare. Quando l’alone da camuffare è molto scuro, occorre utilizzare un correttore arancione altrimenti se non riuscite a decifrarne il colore, puntate sul neutral e utilizzatene uno rosato. Per minimizzare macchie del sole o segni di senilità che virano al marrone, meglio optare per un correttore lilla o viola a seconda di quanto sia scura la macchia. Brufoli e rossori vanno invece camuffati con il correttore verde. Ci sono altri tipi di correzioni che si possono realizzare con il correttore come la definizione delle labbra.

Se le avete particolarmente pigmentate, dai contorni poco definiti, potete applicare un correttore per camuffare rossori e imperfezioni. Correggere qualche piccolo errore del make-up è possibile sempre grazie al nostro “amico” correttore. Abbiamo applicato male il rossetto o l’ombretto? Niente paura, con una punta di correttore, “tirate” delicatamente e il gioco è fatto!

Potresti leggere anche :

    Cellulite: tutto quello che dobbiamo sapere Cellulite: tutto quello che dobbiamo sapere
    Sono 14 i milioni di donne che ne soffrono in Italia. E’ un fenomeno che colpisce in maniera trasversale e non risparmia proprio nessuno stando alle statistiche; l’ 80% infatti,... 
    Tutto quello che volete sapere sul…Fard Tutto quello che volete sapere sul…Fard
    Deve riprodurre, donando un finish naturale, quel colorito rossiccio che spunta sulle guance in momenti particolari della giornata. Quando ci accaldiamo, dopo lo jogging ad esempio, oppure quando... 
    Make-up e imperfezioni: i Correttori Make-up e imperfezioni: i Correttori
    Lo utilizziamo per minimizzare occhiaie e borse, ma anche macchie e brufoli che determinano discromie e irregolarità di spessore e che vanno camuffate, per riequlibrare i volumi e uniformare... 
    Camuffare le imperfezioni nel modo adeguato Camuffare le imperfezioni nel modo adeguato
    Ogni volto presenta delle imperfezioni più o meno accentuate che, per ottenere un trucco omogeneo vanno ritoccate. Tutte queste piccole discromie della pelle per essere minimizzate devono confrontarsi... 
    Correttori: per minimizzare borse ed occhiaie Correttori: per minimizzare borse ed occhiaie
    Per rimuovere le discromie della pelle, un grande alleato è il correttore. Esso può essere utilizzato sia prima di stendere il fondotinta che nello step successivo. Nel primo caso, ci tornerà... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica