Sano egoismo per vivere meglio

Serene, sincere e amabilmente egoiste. Un pizzico di egoismo può essere la chiave per vivere e sentirsi meglio? Sembra quasi un paradosso in un mondo quanto mai “duro” dove essere scostanti, se non srafottenti e aggressivi, è diventato la regola. Eppure se molti oggi vivono l’esistenza in maniera fin troppo “ego-riferita”, con cinismo e disinvoltura noncuranza, tanti altri invece si fanno condizionare dall’insicurezza e dalla poca stima di se stessi.

A queste persone può servire imparare quel pò di egoismo poco rispettoso degli altri. Egoismo che diventa soprattutto “self love”, stima e apprezzamento per se stesse, desiderio di valorizzarsi e di vivere in armonia con chi sta vicino senza subirne troppo i condizionamenti. Abbiamo chiesto consiglio al dottr Umberto Longoni, psicologo.

In primo passo verso un “sano egoismo” è non aver paura di cambiare, di rinnovarsi e di mostrarsi in una nuova luce, con aspetti diversi di sè. Un cambiamento che parte dall’interno ma che si riflette anche nei rapporti con gli altri. “La prima cosa è ritrovare la sintonia con la parte più profonda di noi stessi. Quanto la vita che ci conduce riflette davvero il carattere e la personalità? Che cosa invece è vissuto come un’impostazione? Quanto si fa soltanto per compiacere gli altri? Aprirsi al cambiamento e alla novità è fondamentale per essere più felici: così si possono scoprire qualità e talenti che si hanno e non vengono valorizzati e realizzare desideri nascosti o repressi”, dice il dottr Longoni.

Per rinnovarsi bisogna anche sentirsi liberi. Quindi via il superfluo, la zavorra che appesantisce e frena la spinta a diventare differenti e migliori. Da eliminare le cose inutili: gli abiti non più attuali, gli oggetti che affollano la casa senza essere più usati: giornali, libri, soprammobili. Ma anche il peso emotivo dei rapporti sbagliati, le persone che tolgono tempo ed energia. “Un pò di sano egoismo consiglia proprio di scremare in modo attento le amicizie e le conoscenze, evitando i “parassiti”, gli opportunisti che sfruttano affetto e disponibilità senza dare nulla in cambio. E privilegiando, invece, i rapporti più veri e costruttivi, quelli che rendono più vitali e più ricchi dal punto di vista emotivo”.

Potresti leggere anche :

    Primo appuntamento: meglio non recitare Primo appuntamento: meglio non recitare
    E’ passato molto tempo, forse troppo da quando non uscite più in coppia. Così dopo un lungo periodo da single, vi ritrovate ad affrontare nuovamente il fatidico primo appuuntamento.... 
    Vivere meglio: la cottura a vapore Vivere meglio: la cottura a vapore
    Gli esperti di scienza dell’alimentazione consigliano sempre più spesso di consumare cibi cotti a vopore perchè più sani e decisamente più leggeri. E’ proprio per il basso numero... 
    Coppie in crisi: meglio raccontarsi la verità Coppie in crisi: meglio raccontarsi la verità
    Esistono alcune regole fondamentali per capire quale sia il motivo per cui a un certo punto una coppia va in crisi e lo strappo diventa inevitabile. Fatta eccezione delle situazioni in cui uno... 
    Vivere frugale in tempi di consumismo Vivere frugale in tempi di consumismo
    Vivere da poveri per sentirsi ricchi. Sembra un paradosso, ma è la strada per risollevare i bilanci e stare meglio tutti. Lo afferma Serge Latouche, economista-filosofo nel suo libro “Per... 
    Credere in Dio aiuta a vivere più a lungo Credere in Dio aiuta a vivere più a lungo
    Credere in Dio, pregare, avere fede , sperare , aiuta a vivere più a lungo. E’ quanto, straordinariamente, mette in evidenza o studio scientifico su un campione di circa 200 affetti da... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica