Quando l’eterna Peter Pan è lei…

Leggere e incostanti. Irrequiete e volubili. Dolci e capricciose. Sono le nuove “Peter Pan” al femminile. Pronte a volare via come il magico fanciullo della storia, sospinte da un’emozione o soltanto dal desiderio di cambiare e, come lui, “bambine per sempre”, con pochissima voglia di crescere. Un tipo diverso di donna che sembra riproporre un modo di essere rimproverato per anni agli uomini: la vocazione a sentirsi (con qualche compiacimento) bamboccioni liberi e gaudenti, lontanissimi da qualsiasi impegno. Ora chi fugge dalle responsabilità è lei…Ma perchè? Lo abbiamo chiesto alla dottoressa Maria Menditto, psicologa e psicoterapeuta.

Un tempo c’erano gli uomini recalcitranti, che si allontanavano in tutta fretta dalle braccia amorose della loro donna: il loro idolo e modello ispiratore erano le simpatiche canaglie dei libri di Fabio Volo, quelli che lasciano dietro di sè soltanto un biglietto sdolcinato con sopra scritto “non ti merito”. Oggi ci sono le seduttrici seriali che si nutrono di relazioni fuggevoli, con uomini trovati in internet, conquistati e preso scaricati.

Ma anche le sposine in fuga, che mollano il fidanzato decennale quasi all’altare, lasciandolo in preda allos tupore e allo sconforto. “La vita sentimentale è quella in cui si rivela la Peter Pan al femminile, perchè è l’ambito in cui mostra tutta la sua attitudine al disimpegno, evitando quanto più è possibile, di farsi coinvolgere in relazioni profonde. C’è la ricerca di un rapporto d’amore, ma poco vincolante. Curiosamente è un atteggiamento molto diffuso non fra le giovanissime, le ventenni, che anzi sono spesso molto tradizionaliste, ma fra le adulte, dai 30 in sù. Sono loro che non pensano più a trovare “l’uomo giusto” ma solo un piacevole compagno d’avventura”.

Un pò come la protagonista dell’ultimo film con Charlize Theron “Young adult”, che scimmiotta il look delle addolescenti e non intende maturare, continuando a vivere nel limbo dell’incertezza. E in effetti, è sempre più frequente vedere in giro questo tipo di donna: schiava dell’happy hour e dell’outfit di tendenza per stare al passo con le sue coetanee, anche se negli atteggiamenti e nello stile, sembra ancora una quindicenne, con qualche ruga e qualche capello bianco in più, ma con l’anima dell’eterna bambina che non accetta di crescere.

Potresti leggere anche :

    Differenza d’età: quando lui è più maturo Differenza d’età: quando lui è più maturo
    Potreste ritrovarvi nella stessa scena del film “La Bellezza del  somaro”, in cui Sergio Castellitto viene a conoscenza che la figlia adolescente si è presa una cotta per un uomo... 
    La mania dell’acquisto. Quando e come nasce La mania dell’acquisto. Quando e come nasce
    E’ un tipo di dipendenza molto difficile da riconoscere, soprattutto in una società che incoraggia e valorizza il consumismo come la nostra. Eppure lo shopping compulsivo, è stato di... 
    Quando lui è timido o…non ha interesse Quando lui è timido o…non ha interesse
    Sarà anche vero che, quando ci piace qualcuno, noi donne diamo a ogni suo comportamento un peso che a volte non ha. Se lui ti chiede di uscire e dopo il primo appuntamento continua a proportelo,... 

Copyright © 2012 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica