L’ amore ha una durata? La scienza dice di si, ma può essere per sempre

L’amore ha una scadenza naturale, oppure è e può essere “per sempre” ?

Gli esperti dicono che ha una scadenza naturale, un termine, variabile a seconda della coppia e delle circostanze : esiste un unverso di coppie e sono loro in effetti a determinare il tempo del proprio amore.

In una coppia l’amore è vissuto da due individui, con indole e carattere diverso, con un vissuto personale diverso, dotati di sensibilità diverse.
Qualsiasi episodio viene vissuto con intensità ed emozioni diverse a seconda della differenza che intercorre tra di loro.
E in questo modo si determinano delle differenze che possono essere superabili e superate solo dalla comunicazione : diversa sarà anche quest’ultima in base anche alle differenze “caratteriali”.

La paura di dire cosa non va.

In ogni individuo c’è una certa paura latente nel dire all’altro cosa c’è che non va.
Questa paura ne nasconde in effetti un altra : quella di essere abbandonati.
Generalmente bisognerebbe parlare sempre, curando di non essere “aggressivi” , con il partner delle cose che ci rendono infelici , che non ci piacciono nel rapporto.
Non è una cosa semplice e , soprattutto, non lo si fa spesso.
Non lo si fa spesso per paura di essere “sostituiti” con qualcuno che crei meno problemi, che renda la vita più facile all’altro.
E così si finisce per abbandonare l’idea di procurare un dialogo, di instaurare con l’altro una vera comunicazione.

Il rapporto di coppia e il quotidiano

La coppia vive i suoi momenti : sia quelli relativi al tempo libero, sia quelli relativi alle incombenze quotidiane.
Il lavoro le scadenze economiche, il rapporto con i parenti, il lavoro, lo stress quotidiano, l’educazione dei figli sono tutti elementi che , prima o poi, entrano nella vita di coppia.
Può capitare che le “incombenze” quotidiane rendano particolarmente insofferente uno dei due partner che inizia a non essere felice più come prima.
Insofferenza che viene tenuta celata proprio per la paura latente che il rapporto si possa deteriorare , che possa essere un problema e motivo per consumare un abbandono.

In amore tacere non equivale a risolvere

Capita allora che ci si dia del tempo : si pensa che il tempo aggiusterà le cose, che passerà e torneranno i “tempi migliori”.
In molte coppie il “silenzio” a quel punto diventa un muro : i problemi si accumulano, “l’infelicità” diventa sempre più palpabile ma allo stesso tempo aumenta la paura di parlarne.
La strada da intraprendere invece è quella di “abbattere” questo muro, ponendo in essere , pr prima cosa, un attento esame dei motivi per cui non ci riteniamo più “felici” come prima, e cercare, in qualche modo di parlarne con il partner nel modo più spontaneo e libero possibile.
Occorre ricordarsi sempre che se quel muro non viene abbattutto , presto potrebbe diventare una montagna che ci sovrasterà e ci schiaccerà inesorabilmente .
Ed è per questo che la regola che la coppia abbia un termine non è affatto corretta : ogni coppia ha i suoi tempi, più o meno lunghi, entro i quali possono insorgere problemi di reciproca insofferenza.
La regola imporrebbe che non appena qualcosa non va se ne parli subito, senza esagerare, senza drammatizzare .
E per capire come parlare subito può, in qualche caso, anche salvare la coppia da un inesorabile declino basti pensare che i “fantasmi” in un rapporto d’amore sorgeranno sempre : lasciarli vivere nell’ombra sarebbe alimentarli, meglio dunque illuminare il proprio rapporto con la luce del dialogo che dissolve ogni fantasma.

Metodi e strategie di dialogo in amore

Una coppia, all’inizio del suo cammino, vive di momenti di felicità e di euforia.
Momenti intensi, frizzanti, trascinanti.
Poi insorgono le incombenze quotidiane in cui, spesso, uno dei due partner si fa carico di tutto, in una sorte di rito sacrificale per “alleggerire” l’altro.
Nulla di più sbagliato, nulla di più errato : occorre capire che il rapporto di coppia è soprattutto condivisione.
Non c’è nulla di male che dicustere con il partner dei problemi economici e prendere insieme le decisioni del caso, affrontare insieme possibili soluzioni.
Questo vale anche per ogni altro tipo di incombenza quotidiana che dovesse insorgere.

Uno dei consigli è quello di “ascoltare sempre il cuore” : sembra banale ma è l’unico modo per far vivere a lungo una coppia.
Occorre mettere da parte , senza indugio, ogni ragione della mente e dare ascolto all’istinto, al cuore.

Per le “prove di comunicazione” poi possono tornare utili alcuni picocli consigli.
Ad esempio giocare e ridere con il partner, magari usando l’autoironia.
Vedere a aiutare il partner a vedere che le cose insieme si fanno perchè si vogliono, e non perchè si sia costretti.
Ricordarsi che le coccole, anche quelle che sono piccole e sembrano insignificanti, sono altrattanto valide quanto l’eros.
Un altra cosa da tener presebte è che, contrariamente a quanto si pensa, il romanticismo non è affatto morto : biglietti, messaggi, sms, fiori , una buona cena insieme, un profumo sono tutti elementi che aiutano a stabilire nella coppia l’atmosfera ideale per avviare un dialogo.
E per quanto riguarda il “desiderio” viverlo e farlo vivere al partner come il culmine di un intesa e non come un rituale da adempiere, un obbligo a cui assolvere.

In definitiva in una coppi ail pericolo maggiore è rappresentato da quel muro di silenzio sempre in agguato : bastana qualche semplice accorgimento e un grammo di sana volontà per assicurare la continuità di una coppia nel tempo regalando nuove emozioni e momenti magici.

Potresti leggere anche :

    Essere sempre allegri: ecco perchè Essere sempre allegri: ecco perchè
    Abbiamo già parlato di come l’ansia e le preoccupazioni, possono influenzare negativamente l’umore, il grado d’azione e persino lo stato di salute di un individuo. Ma cosa... 
    Essere sempre indecisi. I pro e i contro Essere sempre indecisi. I pro e i contro
    Essere indecisi è faticoso. La più piccola delle scelte manda in tilt, mentre gli altri sembrano tutti sicuri nelle loro decisioni. Da cosa ordinare in gelateria fino a dove andare in viaggio... 
    La distanza è sempre negativa? La distanza è sempre negativa?
    “Tutto mi parlerà di voi durante l’assenza”, scriveva Guillaume Apollinaire. Una frase che racchiude in sè il senso di quanto la distanza possa essere positiva per coltivare... 
    La tenerezza? Non sempre funziona La tenerezza? Non sempre funziona
    Fiducia, costanza a calore sono gli ingredienti fondamentali che alimentano la tenerezza. La tenerezza rappresenta, come sostiene lo psichiatra Willy Pasini, “il lievito affettivo che... 
    Genitori e sentimenti: amore latino e amore glaciale Genitori e sentimenti: amore latino e amore glaciale
    Spesso è analizzando la persona di chi ci si innamora che è possibile stabilire le nostre radici, quelli che hanno condizionato il nostro processo di maturazione. L’amore latino, quello... 

Copyright © 2010 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica