In gravidanza salumi e carne cruda , evitiamoli

Abbiamo parlato di corretta alimentazione e di dieta estrememente equilibrata per la donna incinta : l’altro aspetto da conoscere è quello dei cibi da evitare, vuoi per una ragione vuoi per un altra.
Non tutte le future mamme infatti sanno che alcuni cibi possono essere pericolosi per una gravidanza serena e priva di rischi, senza considerare poi che sappiamo che il feto assume dalla mamma tutto quanto gli è necessario per lo sviluppo, e quindi , a maggior ragione, potrebbe essere esposto per questi motivi allo stesso rischio.
Prendiamo ad esempio i salumi crudi, come la bresaola : vero è che la stagionatura limita i rischi, ma la toxoplasmosi è in agguato e la mamma che non si fosse vaccinata è inutilmente esposta a questo rischio.
Altri salumi invece subiscono processi di cottura che ne limitano i irschi : il prosciutto cotto e la mortadella ne sono degli esempi.
Considerate anche che i salumi nella loro lavorazione, soprattutto quelli più artigianali e freschi, sono sempre sottoposti a manipolazioni che non sono il massimo per le regole igieniche.
Pertanto perchè rischiare inutilmente? Pur non essendo proibiti , in gravidanza è meglio non rischiare e preferire altri alimenti ai salumi, soprattutto quelli freschi, privi di cottura e stagionatura adeguata.
L’altro rischio è rappresentato dalle carni crude o , in generale, poco cotte : la carne tritta cruda o poco cotta, ad esempio, o il carpaccio , ma anche , e soprattutto, le carni cosidette “al sangue” rappresentano fonte di rischio.
Sono sempre da preferire carne ben cotta , di provenienza sicura e certificata e soprattutto ben fresca .
Una macelleria di fiducia è l’ideale e soprattutto ricordasi di puntare su carni di sicura provenienza : anche per le carni bianche vale lo stesso discorso, puntando su allevamenti noti e garantiti.
Per le carni macinate di maiale come le salcicce , è bene affidarsi a quelle di note marche, evitando le confezioni artigianali e anonime.
Anche per le uova vale lo stesso consiglio : puntare su quelle certificate, fresche e ben conservate.
Altri alimenti il cui uso è sconsigliato, o perlomeno allertato, è quello di prodotti in scatola : meglio verdure e pomodori freschi, cucinati al momento, meglio legumi freschi che piuttosto quelli in scatola o secchi.
Lo stesso dicasi per la frutta : meglio pesche fresche, ananas fresche, pere fresche piuttosto che quelle sciroppate in barattolo .
Meglio una premuta di arance , che un succo di arancia in bottiglia.
Ovviamente in questi ultimi casi non sono cibi a rischio ma, potendo usufruire della natura e fresca, perchè ricorrere ai conservati?

Potresti leggere anche :

    Gravidanza e fattori di rischio Gravidanza e fattori di rischio
    Sono numerosi i fattori da cui bisogna stare alla larga quando si affronta la gravidanza. Alcuni farmaci, se somministrati durante questo periodo, possono avere effetto teratogeno, cioè generare... 
    L’alimentazione in gravidanza , cose di cui abbiamo bisogno L’alimentazione in gravidanza , cose di cui abbiamo bisogno
    Una delle preoccupazioni principali di una donna incinta è, o perlomeno dovrebbe essere, quella di seguire una dieta con alla base un alimentazione sana, nutriente ed euilibrata allo scopo. Sfatata... 
    La dieta in gravidanza , errori da non fare La dieta in gravidanza , errori da non fare
    Nella gravidanza uno dei primi pensieri va all’alimentazione e alla dieta da seguire. “Mangiare per due” è il consiglio che parenti e amici offrono a profusione confondendo... 

Copyright © 2010 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica