Cosmesi saper riconoscere il biologico

Non dobbiamo credere che il biologico sia importante solo nell’alimentazione : oggi anche nella cosmesi l’utilizzo di prodotti biologici è fondamentale non solo per la qualità dei prodotti, ma anche per la loro sicurezza.
La prima cosa da sapere assolutamente è che un qualsiasi prodotto cosmetico per essere classificato come ” biologico ” deve essere costituito per il 95 % almeno da prodotti assolutamente naturali, non OGM e prive di qualsivoglia sostanza chimica .
Il mercato della cosmesi non da ora ha avuto un ampia apertura verso questi prodotti , rappresentando oggi circa il 40 % del mercato : la loro sicurezza è provata e la maggioranza delle donne li preferisce ai tradizionali prodotti ritenendoli indispensabili per una bellezza al naturale priva di “rischi”.
Purtroppo non esistono delle normative specifiche cha aiutino a riconoscere e classificare in qualche modo i prodotti biologici : anche le materie prime, cioè le basi, non hanno una vera e prorpia classificazione, per cui riesce difficile stilare una vera lista di prodotti da considerarsi “naturali” .
Tuttavia istituti privati hanno abbozzato una prima lista di criteri ai quali attenersi e sono l’ Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale ( ICEA )  e il Consorzio per il Controllo dei Prodotti Biologici ( CCPB ) : entrambi producano una certificazione e un marchio attraverso i quali è possibile identificare i prodotti cosmetici biologici.
La differenza tra i due tipi di certificazione è minima e sostanzialmente sulle quantità minime degli ingredienti biologici necessari perchè un prodotto possa essere considerato naturale e con l’unica differenza che il CCPB è riconosciuto dal Ministero dell’Agricoltura.
Abbiamo visto come il 95 % almeno degli ingredienti deve essere biologico : il restante 5 % può essere di origine sintetica, ma compresi in una rigida lista di prodotti.
I prodotti poi che aspirano alla certficazione devono avere etichette molto chiare su cui vengono indicati i prodotti impiegati , chiaramente  e con le relative percentuali utilizzate e inoltre non è possibile utilizzare contemporaneamente due prodotti simili ma uno in forma biologica e l’altro in forma convenzionale.
Non in ultimo il prodotto deve avere la dicitura “biologico” chiaramente indicato accanto al nome del prodotto.
I vantaggi nell’uso di prodotti bio-cosmetici sono assicurati soprattutto per chi ha pelli delicate o soffre di particolari allergie, come quelle al nichel.
I disciplinari per la certificazione di un prodotto bio-cosmetico prevedono anche la provenienza dei prodotti : non basta che i prodotti siano naturali ( erbe ecc. ) ma che questi provengano a loro volta  da coltivazioni biologicamente certificate e che non siano di origine animale.
Recentemente altri istituti privati hanno definito disciplinari molto più severi che includono anche verifiche costanti sui siti produttivi e anche sul tipo e materiali usati per il confezionamento.
E’ auspicabile che presto ci sia un unico istituto di certificazione e che presto possa rispondere a qualche normativa eruropea che, purtroppo, al momento non esiste ancora.

Potresti leggere anche :

    Spa a km zero: benessere bio e naturale Spa a km zero: benessere bio e naturale
    Naturale, biologico e soprattutto a km zero. Dopo il food anche il benessere scopre i vantaggi della “filiera corta” ovvero ingredienti legati a quanto di meglio offre il territorio,... 
    Vino biologico: meno chimica più gusto Vino biologico: meno chimica più gusto
    A leggere l’etichetta di una bottiglia di vino oggi c’è il rischio di confondersi. Tra sigle come Doc, Docg, Igp, che riguardano tutte le provenienze certificate dei vitigni e acronimi... 
    Come riconoscere la depressione Come riconoscere la depressione
    La depressione , fondamentalmente è uno stato psicologico , una condizione mista di sfiducia e tristezza, abbastanza diffusa nella popolazione. E’ fondamentalmente un “disturbo”,... 
    In amore sai riconoscere se è la persona giusta per te? In amore sai riconoscere se è la persona giusta per te?
    Soprattutto nella prima fase di innamoramento si hanno molte certezze, tante, forse troppe. Con il passare del tempo mentre il rapporto di coppia si consolida, sorgono domande e dubbi se il nostro... 
    La dipendenza affettiva , riconoscere la Love Addiction La dipendenza affettiva , riconoscere la Love Addiction
    E’ urgente una precisazione importante : la dipendenza affettiva, che fino a un decennio fa sembra dover interessare solo il mondo femminile, oggi interessa anche la sfera maschile. Non... 

Copyright © 2010 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica