Le tinture per capelli un pericolo per la nostra salute?

La pratica di tingersi i capelli, tradizionalmente fino a qualche decennio fa, era solo per mascherare gli inevitabili primi capelli bianchi : oggi è una consuetudine per curare il proprio look .
Conosciuta fin dai tempi più antichi , addirittura già nel V secolo a.c., quando le donne ricorrevano a misture vegetali, o le donne dell’antica Roma che facevano uso di composti a base di sego, cenere di betulla e fiori di camomilla, la tintura per i capelli conosce oggi la produzione per procedimento industriale con il ricorso a sostanze chimiche.

Ed è proprio questo il punto, oggi molto discusso e dibattutto : se è vero che le sostanze coloranti, ieri , erano appannaggio solo di parrucchieri, oggi confezioni per il “fai da te” si trovano in qualsiasi negozio di cosmetica, cosa che ne fa lievitare le vendite senza fornire alle consumatrici le giuste informazioni.
Alle donne, fino ad oggi, è noto solo la “pericolosità” di quelel tinture che vengono classificate “permanenti”, cioè in grado di modificare irrevrsibilmente il corore dei capelli, ma , grazie all’ammnoiaca contentuta, anche di produrre vere e proprie reazioni allergiche e irritazione del cuoio capelluto , e non solo.
Le sostane chimiche presenti infatti attraverso il sistema sanguigno del cuoio capelluto finiscono in circolo ed entrano nel metabolismo della persona.

Vari allarmi sono stati lanciati a tale proposito da vari istitui di ricerca che hanno esaminato anche alcune sostanze rinvenute nelle tinture , alcune delle quali sono state definite altamente pericolose e recpite in alcune leggi che ne vietano l’uso : esattamente ad oggi sono 22 le sostanze assolutamente vietate tra cui , a titolo di esempio, il Solvent Red 1 (CI 12150), l’  Acid Orange 24 (CI 20170) e l’ Acid Red 73 (CI 27290) e il cui elenco è riportato in una direttiva, e più esattamente la 006/65/CE della Commissione Europea.

Non di meno vanno però considerate le sostanze chimiche, presenti nelle tinture cosidette semi-permanente , sulle quali , pur non essendoci ancora studi definitivi , si nutrono forti dubbi :
Ovviamente i dati vengono constestati dalle case produttrici di queste tinture che, come è ovvio, hanno tutto l’interesse a smentire l’allarmismo che da alcuni anni circonda l’uso di queste tinture.
Anche gli shampoo coloranti sono sotto osservazione , che per quanto contengano sostanze chimiche meno aggressive, rientrano pur sempre nella categoria degli elementi chimici sospetti.

E che ci sia particolare attenzione al problema lo dimostra che molte industrie cosmetiche hanno aggiornato i loro tradizionali prodotti con quelli naturali i cui unici rischi sono quelli di dermatiti e alcune allergie nei soggetti predisposti.
Insomma non è solo una questione commerciale, per il nuovo grande interesse che ha suscitato la “tintura naturale e vegetale”, ma forse anche la presa di coscienza che, effettivamente,  l’impiego di alcune sostanze chimiche con il tempo condurrebbe ad uleriore accertamenti e studi che potrebbero rivelarne la loro pericolosità e la messa al bando anche per quelli apparentemente meno aggressivi.

E così la cosmesi naturale oggi produce tinture a base di Hennè che oltre a colorare i capelli , ha la capacità indiscussa di renderli più voluminosi e luminosi.
L’Hennè è una polvere ricavata da foglie e rami secchi della Lawsonia, un arbusto della famiglia delle Lythracee .
Ancora la cosmesi naturale ricorre alla camomilla , per le colorazioni castano chiare o bionde, mentre per le colorazioni indaco si ricorre all’esicazione di rami e foglie di piante contenenti l’indigotina.
Sono solo esempi che vi potranno orientare nel mondo delle tinture.
Preferiamo dunque i prodotti naturali assolutamente sicuri per la nostra salute : ricordate di leggere attentamente la composizione che, per legge, deve essere riporatata sulal confezione.
Accertatevi che non ci siano additivi chimici e non fidatevi di confezioni anonime o artigianali : la garanzia di puntare su prodotti noti e di marca, di sicura efficacia ma soprattutto di sicura garanzia per la vostra salute, vi metterà al riparo da spiacevoli sorprese.

Potresti leggere anche :

    Proteggere i capelli da piastra e phon Proteggere i capelli da piastra e phon
    Capelli lisci e onde da far invidia a Dita Von Teese. Purtroppo per ottenere risultati piacevoli e duraturi occorre utilizzare strumenti come phon, piastra e arricciacapelli che a lungo termine,... 
    L’acqua e la sua importanza per la salute L’acqua e la sua importanza per la salute
    L’acqua è il maggiore costituente dell’organismo e rappresenta dal 45% al 65% dell’intero peso corporeo. Questa percentuale varia con il variare della quantità di tessuto... 
    Salute: i sali minerali nell’alimentazione Salute: i sali minerali nell’alimentazione
    I sali minerali sono sostanze nutritive che apportano all’organismo fondamentali elementi dalle funzioni plastiche e regolatrici.  Sono presenti in forma solida, depositati in cristalli... 
    Capelli corti, la moda primavera 2011 Capelli corti, la moda primavera 2011
    Che i capelli corti siano davvero alla moda per questa primavera 2011 lo si era capito anche dalla sfilata di Ermano Scevino che , proponendo modelli per il prossimo autunno inverno 2011/2012... 
    Capelli stupendi con i rimedi naturali e fai da te Capelli stupendi con i rimedi naturali e fai da te
    Sognare di avere capelli belli, voluminosi, soffici, con quei riflessi dorati stupendi e giovanili , senza dover far ricorso allo specialista, è il sogno di ogni donna. Sogno facilmente realizzabile,... 

Copyright © 2010 Donna pratica · Tutti i diritti riservati · Un idea DonnaPratica